AGGIORNAMENTO ORE 16:30 – Matteo Salvini è stato dimesso dall'ospedale di Monfalcone, dopo il via libera dei medici e l'esito positivo degli accertamenti. Le sue condizioni, a quanto si apprende, sono buone e non destano preoccupazione, tanto che l'ex vicepresidente del Consiglio sarebbe già ripartito alla volta di Trieste. Non sono stati diffusi ulteriori particolari e per ora lo staff del leader leghista non ha voluto rilasciare ulteriori precisazioni.

Nella mattinata, poco dopo essere sbarcato all’aeroporto di Ronchi, il leader della Lega Matteo Salvini è stato colto da un malore, che ha reso necessario il ricorso alle cure del vicino ospedale di San Polo di Monfalcone, in provincia di Gorizia. Salvini avrebbe dovuto recarsi ai funerali dei due agenti di polizia uccisi in questura a Trieste. A quanto si apprende, si tratterebbe di una colica renale e le condizioni dell’ex ministro dell’Interno non desterebbero preoccupazione. I medici dell'ospedale avrebbero già provveduto a informarlo del risultato degli esami condotti al pronto soccorso e starebbero valutando i tempi per la dimissione del paziente.

Il leader della Lega è reduce dal confronto televisivo con Matteo Renzi negli studi di Porta a Porta, registrato nel tardo pomeriggio di ieri, ed era atteso a Trieste, dove già era stato nelle scorse settimane per rendere omaggio agli agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, uccisi lo scorso 4 ottobre mentre svolgevano il proprio lavoro nella Questura di Trieste. Nei prossimi giorni è atteso da una serie di appuntamenti di grande rilevanza in Senato, con l'avvio della discussione sulla legge di bilancio e sui diversi collegati, fulcro dell'azione politica del governo Conte bis.

Salvini rassicura i suoi followers su Facebook

"Amici, volevo ringraziarvi di cuore per tutti i messaggi che mi avete inviato e rassicurarvi: questa mattina ho avuto una piccola colica, niente di grave! Sto bene e sono già in viaggio per l'Umbria", ha detto Salvini. "Questo inconveniente – ha aggiunto il leader della Lega – mi ha però impedito di partecipare a Trieste ai funerali di Pierluigi e Matteo. Ci tenevo e sono molto dispiaciuto: a questi eroi ancora il mio pensiero e la mia preghiera, un abbraccio alle loro famiglie, alla Polizia di Stato e a tutti coloro che indossando una divisa difendono ogni giorno la sicurezza degli italiani a rischio della loro vita".

Gli auguri di Matteo Renzi

"Un abbraccio a Matteo Salvini e l'augurio di rimettersi in forma presto. Per tornare a litigare subito, naturalmente", lo ha scritto Matteo Renzi, una volta appresa la notizia del malore di Salvini.