3.859 CONDIVISIONI
Covid 19
21 Marzo 2021
19:57

La senatrice Ronzulli minacciata sui social: ha proposto “obbligo vaccinale per i medici”

La senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli è stata minacciata per aver proposto di introdurre con un ddl l’obbligo di vaccinazione per il personale sanitario: “Non mi sorprendo certo dei leoni da tastiera, ma, purtroppo, del fatto che non tutti credono nelle evidenze scientifiche e che qualcuno ha cavalcato queste posizioni addirittura in Parlamento”.
A cura di Annalisa Cangemi
3.859 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

La senatrice Licia Ronzulli ha ricevuto violenti attacchi e minacce di morte sui social per aver proposto un ddl contro i medici no vax, per rendere obbligatorio il vaccino anti Covid per il personale sanitario: "È inammissibile che ci siano medici che rifiutano il vaccino mettendo a repentaglio la salute dei pazienti. Per questo ho depositato un disegno di legge per rendere obbligatorio il vaccino per il personale sanitario che opera all'interno dei reparti di strutture sanitarie pubbliche o private e delle residenze per anziani. Non possiamo di certo permetterci fuoco amico. Tutte le vaccinazioni dei nostri bambini sono obbligatorie: difterite, poliomielite, tetano. E ricordo che se il vaiolo non c'è più è grazie all'obbligo vaccinale", ha spiegato oggi la vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato e responsabile del movimento azzurro per i rapporti con gli alleati, in un'intervista al Giornale.

Su Twitter ha commentato le minacce ricevute a seguito della presentazione del ddl: "Non mi sorprendo certo dei leoni da tastiera, ma, purtroppo, del fatto che non tutti credono nelle evidenze scientifiche e che qualcuno ha cavalcato queste posizioni addirittura in Parlamento. Se vogliamo uscirne bisogna vaccinare a tappeto!".

La senatrice ha ricevuto solidarietà dal leader di Forza Italia Silvio Berlusconi: "Le minacce sono sempre inammissibili e ancora di più se originate dalla presentazione di un disegno di legge sacrosanto come quello che prevede l'obbligo vaccinale per gli operatori sanitari. Piena solidarietà alla senatrice Licia Ronzulli", ha scritto il Cavaliere su Twitter.

Vicinanza anche dalla ministra per gli Affari Regionali Gelmini: "Solidarietà alla senatrice Licia Ronzulli per le minacce ricevute online dopo la presentazione di un suo ddl sull'obbligo vaccinale per il personale sanitario. Le opinioni si manifestano in modo civile e la violenza, in ogni sua forma, va sempre condannata".

"La nostra piena solidarietà alla senatrice Licia Ronzulli, vittima di gravi minacce sui social in seguito ad una sua iniziativa politica relativa all'obbligo vaccinale per chi, per lavoro, si prende cura di persone particolarmente fragili. L'odio e la violenza, anche verbale, vanno condannati con decisione e determinazione. Il dibattito pubblico sia sempre ispirato dalla correttezza e dal rispetto nei confronti di coloro che magari hanno opinioni diverse dalle nostre. Abbassiamo tutti i toni, per avere un Paese migliore e più civile", hanno dichiarato in una nota congiunta le deputate di Forza Italia Matilde Siracusano, Patrizia Marrocco e Maria Spena.

Gli attacchi sono stati condannati anche da Italia viva: "Solidarietà a Licia Ronzulli. Dobbiamo ritrovare riconoscimento e rispetto degli avversari, misura nelle parole. Una proposta parlamentare o una posizione politica si può o meno condividere e la democrazia mette a disposizione tutti gli strumenti per controbattere. Non le minacce né le violenze. Così si uccide la democrazia e la civiltà di un Paese", ha detto su Facebook la vice ministra delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili Teresa Bellanova.

"Desidero esprimere la totale solidarietà mia e di tutti i senatori del gruppo di Italia Viva a Licia Ronzulli, minacciata di morte sui social network dopo aver presentato una proposta di legge che introduce l'obbligo vaccinale per gli operatori sanitari. L'esplosione di odio e di aggressività nella rete ha raggiunto livelli inquietanti, ci auguriamo che i responsabili delle minacce verso chiunque rivolte siano individuati e consegnati alla giustizia", ha detto in una nota Davide Faraone, presidente del gruppo parlamentare di Italia Viva del Senato.

Fa sentire la sua voce anche il Pd: "Pieno rispetto e solidarietà all'onorevole Ronzulli. Inaccettabili sempre minacce violente e intimidatorie. La libertà di iniziativa parlamentare e di opinione sono fondamento delle nostre istituzioni e della nostra democrazia", ha scritto la senatrice del Pd Valeria Fedeli.

"Lucia Ronzulli è una ragazza coraggiosa e non si farà intimidire,la fondazione Dc le è vicina con affetto", ha twittato Gianfranco Rotondi, esprimendo la solidarietà della fondazione Dc alla senatrice azzurra.

In serata arriva anche un messaggio del segretario della Lega Matteo Salvini: "Minacce e violenza non sono mai la soluzione, a nulla. Solidarietà all'amica, senatrice e mamma, Licia Ronzulli".

3.859 CONDIVISIONI
27596 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni