Tra i settori più colpiti dall’emergenza Coronavirus c’è sicuramente quello del turismo. E per questo motivo la capogruppo alla Camera di Italia Viva, Maria Elena Boschi, lancia la proposta di un buono per le famiglie italiane da spendere per le vacanze nel nostro Paese. Una cifra che dovrebbe essere almeno di 500 euro, secondo la prima previsione dell’ex ministro, e che servirebbe a ridare fiato a un settore messo in ginocchio dall’emergenza sanitaria e che rischia di pagare le conseguenze ancora a lungo. Boschi spiega la sua proposta in un post su Facebook: “Il Coronavirus ha messo in ginocchio il turismo nel nostro Paese. Ci vorrà tempo prima che possiamo tornare a godere della bellezza della nostra Italia e ancora di più che tornino i turisti dall’estero”.

Boschi: bonus da 500 per vacanze in Italia

L’idea è quella di sostenere le imprese del settore, “spesso a conduzione familiare, albergatori, ristoratori, guide turistiche, tutto il mondo collegato al turismo. Per questo, come Italia Viva, abbiamo proposto nelle scorse settimane una misura per incentivare le famiglie italiane a fare le vacanze nel nostro Paese, aiutando così il settore ricettivo e turistico”. Per farlo si vorrebbe, quindi, istituire un bonus: “Con il governo siamo al lavoro per un bonus da almeno 500 euro a famiglia. Chiaramente, un bonus che possa essere utilizzato dopo la fine dell’emergenza Coronavirus quando potremo tornare ad uscire serenamente”.

Agevolazioni per ristrutturare gli edifici turistici

Italia Viva punta anche a un’altra iniziativa per aiutare il settore turistico: “Chiediamo che venga riconosciuta una agevolazione fiscale a coloro che decidono di ristrutturare, modernizzare la propria attività turistico-ricettiva. So che è difficile immaginare oggi il giorno in cui potremo permetterci una vacanza, ma dobbiamo evitare che un settore vitale per il nostro Paese muoia. Abbiamo sempre detto che l’Italia ha nelle sue bellezze artistiche, naturali, paesaggistiche il proprio petrolio, bene, è il momento di dimostrare che ci crediamo davvero”.