2 Gennaio 2022
12:33

La maggioranza è divisa sull’obbligo vaccinale: le ipotesi sul tavolo del governo

“Forza Italia è sempre stata favorevole all’introduzione dell’obbligo vaccinale, ma nella maggioranza ci sono sensibilità diverse”, ha detto la ministra Mariastella Gelmini, auspicando che le nuove misure in arrivo sul Super Green Pass siano abbastanza per alzare il numero dei vaccinati.
A cura di Annalisa Girardi

Con la nuova impennata della curva dei contagi che sta investendo tutta Europa, si torna a parlare di obbligo vaccinale. Sono già diversi i partiti che chiedono al governo di introdurre per tutti l'obbligo a vaccinarsi contro il coronavirus, ma una posizione comune in maggioranza manca. Partiti come la Lega e Fratelli d'Italia, ma anche il Movimento Cinque Stelle, sarebbero contrari all'obbligo. "Quasi il 90% della popolazione over 12 ha già aderito alla campagna vaccinale. Forza Italia è sempre stata favorevole all'introduzione dell'obbligo vaccinale, ma nella maggioranza ci sono sensibilità diverse", ha commentato la ministra degli Affari regionali in quota Forza Italia, Mariastella Gelmini, in un'intervista con La Stampa.

"Sono convinta che, al netto di qualche fisiologica fibrillazione, i partiti mostreranno lo stesso senso di responsabilità che hanno avuto finora", ha aggiunto la ministra, per poi sottolineare l'importanza che potrebbero avere in tal senso le nuove misure sul Super Green Pass che entreranno in vigore a partire dal prossimo 10 gennaio. E ancora: "Se riuscissimo, con le nuove misure sul Green Pass rafforzato, ad alzare ancora il numero dei vaccinati, la questione avrebbe un diverso rilievo. Continuo ad esortare chi ancora non l'ha fatto a vaccinarsi", ha proseguito Gelmini.

Per quanto riguarda invece la possibilità di estendere la Certificazione Covid rafforzata anche a tutti i luoghi di lavoro, la ministra ha precisato che, rispetto alle diverse sensibilità in materia nel governo, "pesa il timore che fra quarantene ed estensione del Green Pass rafforzato a tutti i lavoratori, venga a mancare forza lavoro per le filiere produttive e i servizi essenziali. Dobbiamo tener conto di tutti i fattori e su questo è in atto un dialogo con le categorie".

Su questo fronte una decisione del governo potrebbe arrivare già in settimana. Il consigliere presso il ministero della Salute, Walter Ricciardi, sempre in un'intervista con La Stampa, ha raccontato rispetto alle misure prese finora che "una parte importante del governo, dal ministro della Salute allo stesso premier, voleva fare di più". Per poi specificare: "Il super Green pass va assolutamente esteso subito a tutte le attività, lavorative e sociali".

Addio al Green Pass dal 1° maggio, per le mascherine al chiuso c'è l'ipotesi di proroga di un mese
Addio al Green Pass dal 1° maggio, per le mascherine al chiuso c'è l'ipotesi di proroga di un mese
L'obbligo di mascherine al chiuso prorogato fino al 15 giugno per trasporti, cinema e ospedali
L'obbligo di mascherine al chiuso prorogato fino al 15 giugno per trasporti, cinema e ospedali
Medici contro obbligo vaccinale e immunizzazione bambini: il convegno alla Camera di Alternativa
Medici contro obbligo vaccinale e immunizzazione bambini: il convegno alla Camera di Alternativa
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni