"Guardo con interesse alle Sardine, vi ritrovo elementi e quella libertà che furono propri della rivoluzione liberale di Berlusconi": così la fidanzata del Cavaliere, Francesca Pascale, ha commentato il movimento nato a Bologna per contrastare l'avanzata della Lega di Matteo Salvini e poi diffusosi velocemente nelle piazza di tutto il Paese. "Valuterò il piacere di riscendere in piazza il 14 dicembre. Si tratta di un fenomeno spontaneo, dilagante, animato da giovani, quindi va guardato con rispetto, interesse e soprattutto non va sottovalutato. Un errore che a suo tempo è stato commesso con i 5 stelle ed il risultato è quello che è oggi sotto gli occhi di tutti. Mi auguro non facciano come i grillini", ha affermato Pasquale in un'intervista con Huffington Post.

"Se le sardine, oltre al moto di ribellione verso l’intolleranza sapranno interpretare lo spirito democratico e liberale di chi oggi non vuol rassegnarsi ad un’Italia che sia un monocolore e sovranista, penso che valuterò il piacere di riscendere in piazza per la libertà di tutti", ha quindi aggiunto la compagna di Silvio Berlusconi.

La replica della sardina Santori

"Non abbiamo bandiere proprio perché accettiamo chiunque voglia prendere posizione contro la retorica sovranista divisiva professata da una parte della destra. Rimane il fatto che in Emilia-Romagna, e non solo, Forza Italia è alleata proprio con i principali artefici di questa retorica. Ma se viene con una sardina bella colorata, chiuderemo un occhio", ha replicato Mattia Santori, una delle quattro sardine bolognesi che hanno dato vita alla prima manifestazione.

Si vedrà quindi, se la fidanzata del leader di Forza Italia alla fine si aggiungerà alle sardine che si ritroveranno il prossimo 14 dicembre in piazza San Giovanni in Laterano, a Roma, dalle 15.00. Il gruppo Facebook "Sardine di Roma" è il più numeroso dopo quello nazionale di Bologna, contando circa 130 mila iscritti: per l'evento è previsto un servizio pullman che porterà a Roma i manifestanti di tutta Italia. Ma vediamo quali sono i prossimi appuntamenti nelle piazze italiane, oltre a quello nella capitale. Qui si può consultare una mappa delle manifestazioni in programma.

I prossimi appuntamenti delle sardine

Torino, 10 dicembre
A Torino le sardine si riuniranno martedì 10 dicembre a Piazza Castello. L'appuntamento è dalle ore 19.00 e all'evento creato su Facebook hanno già aderito circa 30mila persone. "Siamo un mare che non si può più fermare – si legge nella descrizione dell'evento – una forza che costringerà il mondo della politica ad assumersi le proprie responsabilità, a ricominciare a lavorare per il benessere delle persone, soprattutto dei più deboli, nel rispetto dell’individuo e della Costituzione".

Forlì, 12 dicembre
L'appuntamento delle sardine di Forlì è fissato per il 12 dicembre alle ore 19.00 in piazza Aurelio Saffi. Forlì sarà una delle tante città dell'Emilia Romagna a scendere in piazza dopo Bologna, Rimini, Ferrara, Rimini e Ravenna, solo per citare le città più importanti. "Vogliamo anche noi rendere il sogno realtà, vogliamo creare anche noi una piazza che, senza simboli e senza partiti, lotti per unire invece che disgiungere, per costruire invece che distruggere.na.. una piazza che brilli della luce della speranza di un mondo migliore!", si legge nella descrizione dell'evento.

Venezia, 13 dicembre
Le sardine veneziane si incontreranno alle 19.00 di venerdì 13 in Piazzale Stazione di Venezia Santa Lucia. Uno degli ultimi post pubblicati dal gruppo Facebook cerca di coinvolgere i manifestanti celebrando il successo di altre piazze del Nord d'Italia. "Attenzione cari populisti – si legge – perché ci stiamo prendendo gusto! Piazza delle Erbe a Padova è stracolma e ci è arrivata la notizia che a Milano le Sardine si sono spostate in piazza Duomo perché non ci stavano più in piazza del Mercante!".