La deputata del Gruppo Misto Sara Cunial, ex pentastellata, è tra quelli che vengono definiti ‘negazionisti'. Già conosciuta per le sue posizioni ‘no-vax', per portare avanti le sue idee ha improvvisato un'azione di protesta: ha tentato di baciare l'inviato di Piazzapulita Alessio Lasta, per dimostrargli che il virus non esiste. Il giornalista stava facendo appunto un'inchiesta sui negazionisti del virus.

Dopo aver sorpreso la parlamentare senza mascherina l'inviato del programma tv ha iniziato a incalzarla. Ma la parlamentare 40enne gli ha risposto per le rime: "Io non uso mai la mascherina", ha ripetuto Cunial sorridendo, come si vede dal video girato da La7. "Chiamate la Polizia voi per farmi la multa?", ha ironizzato. "Perché lo sai che ti stai ammalando mentre stai usando la mascherina?", ha aggiunto rivolgendosi al giornalista, mentre una folla di curiosi seguiva la discussione.

Improvvisamente la Cunial si è lanciata addosso al giornalista, provando a cingerlo con le braccia: "Io altrimenti ti abbraccio amore tesoro", ha detto, e subito dopo ha provato anche a baciarlo sulla guancia. Quando Lasta le ha chiesto di smetterla, visibilmente stizzito, Cunial non si è scomposta, e si è mostrata quasi stupita per la reazione del reporter. "Perché dovrei smetterla?". Quando Lasta le ha fatto notare che ci sono stati in Italia oltre 35mila decessi, e le ha intimato di portare rispetto per le vittime, la parlamentare ex M5s ha risposto così: "Sei tu che la devi smettere di rinnegare l'intelligenza delle persone che sono qui presenti e la tua".

Sara Cunial all'inizio della pandemia, in pieno lockdown, aveva fatto parlare di sé: era stata fermata, nel giorno di Pasquetta, dai vigili urbani di Roma, sulla via del Mare che conduce a Ostia, spiegando poi di essere stata fermata per normali controlli, e di trovarsi a Roma per svolgere la sua attività in Parlamento. In quell'occasione, a proposito del virus disse: "Oggi si muore a causa della mala-gestione della sanità perpetuata da questi stessi soggetti per decenni. Gli stessi che ora ci vogliono salvare costringendoci agli arresti domiciliari senza alcun motivo degno. A nessuno di costoro, Governo in testa, interessa nulla della salute del popolo italiano. Se così fosse non si darebbe il consenso a fare del nostro Paese un laboratorio di cavie per 5g e altre sperimentazioni. Non si derogherebbe di continuo all'utilizzo di fitofarmaci tossici e nocivi nelle nostre campagne e nel nostro ambiente per soddisfare gli appetiti dei soliti prenditori. Se così fosse da Bergamo a Taranto le fabbriche sarebbero state chiuse, ma non per il Coronavirus: perché avvelenano gli italiani!". E ancora, a proposito del vaccino contro il Covid-19, disse che non si sarebbe mai vaccinata: "Perché dovrei?".