La Regione Toscana ha deciso di rendere obbligatorio l'uso della mascherina quando si esce di casa. Lo ha annunciato il governatore Enrico Rossi tramite la sua pagina Facebook, specificando che l'ordinanza entrerà in vigore solo quando le mascherine saranno effettivamente distribuite ai cittadini. Infatti, ha proseguito Rossi, la Regione ha deciso di consegnare gratuitamente 10 milioni di mascherine ai residenti nella Regione. "Le mascherine verranno date ai Comuni della Toscana e chiederemo loro che siano consegnate quanto più possibile casa per casa, anche avvalendosi dei volontari che sono straordinari, sempre e in questo periodo ancora di più. Si tratta quasi di tre mascherine a testa. Abbiamo ordinato altre dieci milioni di mascherine. Vogliamo dare continuità a questa iniziativa di prevenzione primaria, in linea con le indicazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità". 

Il governatore, qualche ora prima, aveva già annunciato la distribuzione di 10 milioni di mascherine ai cittadini toscani, precisando però di non voler emanare ordinanze in quanto "non vogliamo che i cittadini siano facile preda di speculatori e profittatori". Rossi aveva quindi aggiunto: "Noi consegniamo ai cittadini della Toscana mascherine ffp1 gratuitamente e confidiamo nel loro senso civico e nella loro intelligenza".

Ma moltissimi cittadini, in risposta a quel post, chiedevano invece che l'uso della mascherina all'esterno della propria abitazione fosse reso obbligatorio, in quanto si assisteva ancora a troppi comportamenti sbagliati e pericolosi. Rossi ha quindi deciso di emettere un'ordinanza che obbligasse all'utilizzo della mascherina, precisando: "La mia intenzione è che l’ordinanza diventi esecutiva comune per comune a partire dalla data nella quale il comune stesso ci comunicherà di avere effettuato la consegna a domicilio. Questa iniziativa vuole anche colpire l’odiosa speculazione che in certi casi sulle mascherine si è registrata anche in Toscana".