"“Votateci per beneficenza, contro una destra pericolosetta…” E prima ancora voleva togliere il voto agli anziani e cancellare le elezioni!?! Grillo ormai non fa più ridere, poveretto, fa pena": queste le parole di Matteo Salvini sul fondatore del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo dopo il confronto con il leader pentastellato, Luigi Di Maio. L'incontro, avvenuto questa mattina a Roma, era stato convocato per fare il punto della situazione in seguito all'imbarazzo creato dalla votazione della piattforma Rousseau sulle prossime elezioni regionali. Gli iscritti, infatti, hanno sconfessato la linea del capo politico sulla scelta di prendersi una pausa di riflessione elettorale e non partecipare in Emilia Romagna e Calabria.

Una volta terminato il colloquio tra Grillo e Di Maio, il fondatore del Movimento ha pubblicato un video nella sua pagina Facebook, in cui ha commentato: "È un momento magico. Noi non possiamo continuare a fare dei Facebook in cui si dice questo qua non va bene. Adesso le cose devono essere chiare, il capo politico è lui, quindi non rompete i coglioni perché sennò ci rimettiamo tutti. Quando parlo di progetti insieme con la sinistra parlo di progetti alti, bellissimi. Sui trasporti, su come costruire le cose, su cosa è la città". Nel merito delle elezioni regionali ha poi affermato, pronunciando la frase presa di mira da Salvini: "Avete scelto questa votazione, in Emilia-Romagna ci andiamo per beneficenza. Come dai un euro a uno per beneficenza, non puoi dare un piccolo voto anche a noi per beneficenza? Così magari facciamo da tramite tra una destra un pò pericolosetta e una sinistra che si deve formare anche lì".

Il leader della Lega ha condiviso sulla sua pagina alcune immagini dei due con la scritta ‘The end', a simboleggiare la fine del Movimento. Poi ha anche aggiunto, rivolgendosi ai suoi seguaci sui social: "Andate a leggervi i commenti degli (ex) elettori 5Stelle sulla loro Pagina e fatevi una risata".