Si passa dalle oltre 50mila somministrazioni al giorno della Lombardia alle 2mila del Molise: sono questi gli obiettivi prefissati dalla struttura commissariale per l’emergenza Coronavirus, capitanata da Francesco Paolo Figliuolo, per l’inoculazione dei vaccini nella settimana che va dal 16 al 22 aprile. In questi sette giorni il commissario stima circa 315mila somministrazioni al giorno negli oltre 2.200 punti vaccinali attivi in tutta Italia, per un totale di 2,2 milioni di dosi inoculatein sette giorni su tutto il territorio nazionale. Un dato che non rappresenterebbe una grossa accelerazione, considerando che nella scorsa settimana l’Italia ha somministrato 2 milioni di vaccini circa. Vediamo quali sono gli obiettivi relativi alle singole Regioni prefissati dal commissario, considerando sia a quanto dovrebbe ammontare la media giornaliera che quella settimanale.

Il target delle vaccinazioni Regione per Regione

Il target per l’Abruzzo è di 7.050 vaccini al giorno per un totale di 49.350: negli ultimi giorni l’Abruzzo ha sempre superato la quota delle 7mila dosi quotidiane (arrivando ben oltre le 8mila), fatta eccezione per la domenica. In Basilicata il target quotidiano è 3.100 e quello settimanale 21.700, ma nell’ultima settimana non ha mai raggiunto neanche quota 2mila. In Calabria l’obiettivo giornaliero è di 9.644 (al momento ne fa poco meno, considerando le pochissime dosi della domenica) e quello settimanale di 67.510. In Campania si punta a 29.500 al giorno e 206.500 settimanali, ma ora la media quotidiana è nettamente inferiore. In Emilia-Romagna si dovrebbe raggiungere le 22mila dosi al giorno e 154mila a settimana, valori già più o meno ottenuti. In Friuli-Venezia Giulia il target giornaliero è 6.140 (leggermente superiore alla media attuale) e quello settimanale 42.981. Nel Lazio si dovrebbe arrivare a 30mila somministrazioni al giorno (dato finora mai raggiunto né avvicinato) e 210mila a settimana.

Le somministrazioni stimate per la settimana 16-22 aprile

In Liguria il target quotidiano è 7.815 e quello settimanale 54.703, in linea con il dato degli ultimi giorni. In Lombardia si punta a 51mila vaccini al giorno e 357mila a settimana, cifre mai raggiunte dalla Regione. Nelle Marche servono 9.500 vaccini giornalieri e 66.500 settimanali, cifre al di sopra della media degli ultimi giorni. In Molise il target è 2mila inoculazioni al giorno (cifre simili a quelle degli ultimi giorni) e 14mila a settimana. Nella provincia di Bolzano l’obiettivo è 3mila vaccinazioni al giorni e 21 mila settimana, dati in linea con quelli attuali. Diversamente da Trento, dove servono 3.100 somministrazioni al giorno e 21.700 settimanali, ma al momento le cifre sono leggermente più basse. In Piemonte il target è 24mila dosi al giorno e 168mila a settimana, in una Regione in cui si è arrivati anche a 28mila somministrazioni quotidiane e il dato sembra più o meno in linea. In Puglia l’obiettivo è 20.777 vaccini al giorno e 145mila a settimana, cifre al momento non raggiungibili vedendo l’andamento degli ultimi giorni.

In Sardegna si punta a 11mila dosi quotidiane e 77mila settimanali, poco più della media attuale. La Sicilia dovrà fare 25.429 somministrazioni al giorno, ovvero 178mila a settimana, ma la media attuale è nettamente inferiore ai 20mila al giorno. In Toscana il target è 20mila, con 140mila a settimana, obiettivo raggiungibile stando agli ultimi dati. In Umbria servirebbero 4.800 vaccini al giorno e 33.600 a settimana, traguardo non lontanissimo. In Valle d’Aosta si dovrebbe viaggiare al ritmo di 620 dosi al giorno (4.342 a settimana), anche in questo caso traguardo raggiungibile. Infine il Veneto dovrebbe somministrare 25.423 dosi al giorno per un totale di 176.699: target già raggiunto negli ultimi giorni. L’obiettivo nazionale è di 315.718 vaccini al giorno, cifra mai raggiunta neanche nel giorno in cui l’Italia ha fatto più vaccini. Ma avendo più dosi il traguardo non è poi così lontano.