930 CONDIVISIONI
8 Febbraio 2022
11:29

Gli elettori del Movimento 5 Stelle non hanno dubbi: tutti con Conte e nessuno con Di Maio

Secondo il sondaggio di Swg, in caso di scissione tra Conte e Di Maio nel Movimento 5 Stelle tre quarti degli elettori seguirebbero il presidente del partito. Solo uno su dieci sta con il ministro degli Esteri.
A cura di Tommaso Coluzzi
930 CONDIVISIONI

Il Movimento 5 Stelle è spaccato, ormai è evidente. La frattura tra Giuseppe Conte e Luigi Di Maio non è per forza insanabile, certo. Ma la situazione è senz'altro molto difficile per tutta una serie di motivazioni. Il partito non è uscito bene dall'elezione del capo dello Stato, continua a perdere consensi nei sondaggi e ha – in modo sempre più evidente – due correnti al suo interno. Una che fa capo al ministro degli Esteri, l'altra al presidente (anche se al momento sospeso dal Tribunale di Napoli). Conte ha detto di non poter far finta di nulla davanti all'attacco di Di Maio, mentre l'ex capo politico chiede di ascoltare e non reprimere le voci del Movimento.

In caso di scissione del Movimento 5 Stelle gli elettori seguirebbero Conte

Nel sondaggio del Tg La7 per Swg, oltre alle indicazioni sulle intenzioni di voto, viene chiesto anche agli elettori del Movimento 5 Stelle cosa dovrebbe succedere al partito alla luce del periodo tormentato: il 48% di chi vota pentastellato chiede che il Movimento resti unito ma cambi profondamente, il 33% vorrebbe che rimanesse così com'è e il 15% chiede la scissione. E proprio la scissione, eventualmente, sarebbe tra Giuseppe Conte e Luigi Di Maio. Ma cosa ne pensano gli elettori? Il 75% è dalla parte del presidente del partito, che ha ancora un altissimo consenso, mentre appena il 10% sta con il ministro degli Esteri. Il 7% non sta dalla parte di nessuno dei due. Gli elettori del Partito Democratico, intanto, indicano nel 44% dei casi la volontà di andare da soli alle prossime elezioni politiche (per poi allearsi dopo il voto), mentre il 30% vedrebbe bene una coalizione.

Cosa vogliono gli elettori del centrodestra per il futuro della coalizione

Il fronte del centrodestra è altrettanto spaccato, e agli elettori dell'area viene chiesto – nello stesso sondaggio – quale dev'essere il destino della coalizione: il 70% chiede di rifondare il centrodestra, con picchi del 78% tra chi vota Fratelli d'Italia e Forza Italia; il 54% vorrebbe la federazione, dato che sale al 71% tra gli elettori della Lega; per il 45% il centrodestra non esiste più; per il 37% Forza Italia deve staccarsi e andare verso un nuovo polo centrista, percentuale che schizza al 54% tra gli elettori azzurri.

930 CONDIVISIONI
Conte si difende dopo la scissione:
Conte si difende dopo la scissione: "Ma quale fine del Movimento 5 Stelle, non scherziamo"
Quando e perché il Movimento 5 Stelle può lasciare il governo Draghi
Quando e perché il Movimento 5 Stelle può lasciare il governo Draghi
Conte:
Conte: "Non lascio la guida del Movimento 5 Stelle, sostegno a Draghi non è in discussione"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni