Scatta la nuova Fase 2 anche per il trasporto ferroviario: il nuovo DPCM che entra in vigore il 18 maggio introduce nuove regole per chi deve viaggiare su rotaia, in parte differenti da chi invece utilizza autobus e metropolitane. In primis, una nuova regolamentazione per quanto riguarda l'acquisto di biglietti, che dove possibile dovranno essere fatti online, ma anche regolare il flusso di persone che frequenta le stazioni ferroviarie.

Il rischio di assembramenti è forte, soprattutto in entrata ed uscita: ecco perché dovranno essere introdotti percorsi specifici per evitare "incroci" pericolosi, ma anche dispenser con igienizzanti e dove possibile controlli della temperature. Novità però non solo all'esterno, ma anche a bordo dei treni stessi: mascherine obbligatorie e distanza minima di un metro tra i passeggeri, anche apponendo i cosiddetti "marker" che evidenzino in maniera chiara i posti a distanza di sicurezza. Il tutto ovviamente con obbligo di sanificazione di stazioni, treni e aree comuni, per ridurre ulteriormente il rischio di diffusione del coronavirus. Questo il testo completo delle regole che disciplinano dal 18 maggio il trasporto ferroviario:

SETTORE FERROVIARIO

• Informazione alla clientela attraverso i canali aziendali di comunicazione (call center, sito web, app) sia in merito alle misure di prevenzione adottate in conformità a quanto disposto dalle Autorità sanitarie sia in ordine alle informazioni relative alle percorrenze attive in modo da evitare l’accesso delle persone agli uffici informazioni/biglietterie delle stazioni.

• Nei Grandi Hub ove insistono gate di accesso all’area di esercizio ferroviario (Milano C.le, Firenze S.M.N., Roma Termini) ed in ogni caso in tutte le stazioni compatibilmente alle rispettive capacità organizzative ed ai flussi di traffico movimentati: o disponibilità per il personale di dispositivi di protezione individuale (mascherine, guanti monouso, gel igienizzante lavamani);

Per il settore considerato trovano applicazione le seguenti misure specifiche:

• informazioni alla clientela attraverso i canali aziendali di comunicazione (call center, sito web, app) in merito a:
– misure di prevenzione adottate in conformità a quanto disposto dalle Autorità sanitarie;
– notizie circa le tratte ferroviarie attive, in modo da evitare l’accesso degli utenti agli uffici informazioni/biglietterie delle stazioni;
• incentivazioni degli acquisti di biglietti on line.

Nelle principali stazioni:

• gestione dell’accesso alle stazioni ferroviarie prevedendo, ove possibile, una netta separazione delle porte di entrata e di uscita, in modo da evitare l’incontro di flussi di utenti;
• interventi gestionali al fine di favorire la distribuzione del pubblico in tutti gli spazi della stazione onde di evitare affollamenti nelle zone antistanti le banchine fronte binari;
• previsione di percorsi a senso unico all’interno delle stazioni e nei corridoi fino ai binari, in modo da mantenere separati i flussi di utenti in entrata e uscita;
• attività di igienizzazione e disinfezione su base quotidiana e sanificazione periodica degli spazi comuni delle stazioni;
• installazione di dispenser di facile accessibilità per permettere l’igiene delle mani dei passeggeri;
• regolamentazione dell’utilizzo di scale e tappeti mobili favorendo sempre un adeguato distanziamento tra gli utenti; • annunci di richiamo alle regole di distanziamento sociale sulle piattaforme invitando gli utenti a mantenere la distanza di almeno un metro;
• limitazione dell’utilizzo delle sale di attesa e rispetto al loro interno delle regole di distanziamento;
• ai gate, dove presenti, raccomandabili controlli della temperatura corporea;
• nelle attività commerciali: contingentamento delle presenze; mantenimento delle distanze interpersonali; separazione dei flussi di entrata/uscita; utilizzo dispositivi di sicurezza sanitaria; regolamentazione delle code di attesa; acquisti on line e consegna dei prodotti in un luogo predefinito all'interno della stazione o ai margini del negozio senza necessità di accedervi.

A bordo treno:

• distanziamento interpersonale di un metro a bordo con applicazione di marker sui sedili non utilizzabili;
• posizionamento di dispenser di gel igienizzanti su ogni veicolo, ove ciò sia possibile;
• eliminazione della temporizzazione di chiusura delle porte esterne alle fermate, al fine di facilitare il ricambio dell’aria all’interno delle carrozze ferroviarie;
• sanificazione sistematica dei treni;
• potenziamento del personale dedito ai servizi di igiene e decoro;
• individuazione dei sistemi di regolamentazione di salita e discesa in modo da evitare assembramenti in corrispondenza delle porte, anche ricorrendo alla separazione dei flussi di salita e discesa;
• I passeggeri dovranno indossare necessariamente una mascherina, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca.

Sui treni a lunga percorrenza (con prenotazione online):

• distanziamento interpersonale di un metro a bordo assicurato anche attraverso un meccanismo di preventivo prenotazione;
• adozione del biglietto nominativo al fine di identificare tutti i passeggeri e gestire eventuali casi di presenza a bordo di sospetti o conclamati casi di positività al virus covid-19;
• sospensione dei servizi di ristorazione a bordo (welcome drink, bar, ristorante e servizi al posto).