94 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Elezioni europee 2024

Europee, Bruno Vespa invita Salvini e Conte a un duello tv, il leader della Lega ha già accettato

Dopo la conferma del duello tv tra Meloni e Schlein, Bruno Vespa ha deciso di invitare a ‘Porta a porta’ anche Salvini e Conte, per un confronto sulle europee. Il segretario della Lega è stato il primo a rispondere, accettando l’invito.
A cura di Annalisa Cangemi
94 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Oltre al duello tv tra la presidente del Consiglio Giorgia Meloni e la segretaria del Pd Elly Schlein in vista del voto delle elezioni europee dell'8 e 9 giugno, un altro appuntamento elettorale televisivo potrebbe ravvivare la campagna elettorale: un confronto tra il leader del M5s Giuseppe Conte e il segretario della Lega Matteo Salvini potrebbe svolgersi a ‘Porta a porta', il programma serale di Bruno Vespa, che va in onda su Rai1.

Il faccia a faccia tra la presidente del Consiglio e la segretaria del Pd è stato congiuntamente annunciato dai rispettivi staff, e intanto l'invito per Conte e Salvini è già partito della redazione di ‘Porta a porta', con le stesse modalità di messa in onda, spiega la trasmissione. Il primo a rispondere all'invito è stato Matteo Salvini, subito dopo l'annuncio: "Matteo Salvini è pronto a confrontarsi con Giuseppe Conte, accettando l'invito di Bruno Vespa, e ha già espresso una preferenza sulle date proposte dalla trasmissione", ha fatto sapere la Lega. Lo staff dell'ex premier Giuseppe Conte invece non ha ancora dato una risposta, e non si sa ancora se intenda partecipare alla trasmissione.

Come e quando si svolgerà il confronto tv tra Meloni e Schlein

Il duello tra Meloni e Schlein è in programma il prossimo 23 maggio, e per il giornalista e storico conduttore Rai sarà "Una pagina di storia del costume e della politica".

"Due leader politiche che accettano di confrontarsi in prima serata – ha sottolineato Vespa – rappresentano senz'altro un fatto positivo. Anche, se mi è consentito, dal punto di vista del confronto in una democrazia". Nessun trattamento di favore per Meloni, ha assicurato Vespa: "Ricordo che la ‘sfida' fu lanciata da Schlein e raccolta da Meloni". Quindi, ha aggiunto rispondendo a un cronista, "parlare di partita ‘fuori casa' non lo capisco, francamente. Per due ragioni. La prima è che Schlein quando è stata ospite da noi è stata sempre più che soddisfatta. La seconda è che quelle interviste erano molto meno ‘vincolate' di quanto sarà il confronto, del quale dobbiamo ancora esaminare i termini ma che sarà certamente, per sua natura, più ‘istituzionale'".

Quindi – ha aggiunto ancora l'anchorman – se Schlein ha apprezzato il mio lavoro da ‘libero', diciamo così, non avrà timore quando sono più ‘vincolato'…".

Per Vespa non c'è alcun rischio di violazione della par condicio: "Nessuno sbilanciamento. Sono troppo vecchio del mestiere, e della par condicio…". Anche perché, "un minuto dopo avere avuto conferma che Meloni e Schlein sarebbero state da noi, un minuto dopo, è partito l'invito per Conte e Salvini".

Ciò che conta, ha detto Vespa, è il fatto che "sulla base delle indicazioni di AgCom, daremo ovviamente spazio adeguato agli altri confronti, e comunque a tutte le forze politiche che parteciperanno. Stanno facendo i conteggi sulle posizioni". Per il resto, quello che è certo è che "lo spazio è di un'ora" e che stavolta, per la prima volta, si fronteggeranno due donne".

94 CONDIVISIONI
375 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views