21 Settembre 2021
12:46

Elezioni Torino 2021: candidati sindaco, sondaggi e quando si vota

Il 3 e 4 ottobre i cittadini di Torino saranno chiamati a rinnovare il Consiglio comunale e ad eleggere il nuovo sindaco che succederà all’uscente pentastellata Chiara Appendino. Il Movimento ci riprova a guidare la città con Valentina Sganga, ma secondo gli ultimi sondaggi i favoriti per la vittoria sarebbero Paolo Damilano per il centrodestra e Stefano Lo Russo per il centrosinistra che potrebbero andare al ballottaggio.
A cura di Giuseppe Pastore

Torino si prepara alle elezioni per il nuovo sindaco e per il rinnovo del Consiglio comunale. Domenica 3 e lunedì 4 ottobre i cittadini saranno chiamati al voto dopo i cinque anni di mandato della sindaca uscente Chiara Appendino, la prima cittadina a guida di una giunta 5 Stelle. Il Movimento ci riprova, non con Appendino, che già da tempo ha escluso la possibilità di una ricandidatura, ma con la capogruppo in Consiglio comunale Valentina Sganga. A contendersi la carica di sindaco alle elezioni ci sono anche Paolo Damilano per il centrodestra e Stefano Lo Russo, esponente locale del Partito Democratico che guida una coalizione di centrosinistra. Secondo gli ultimi sondaggi sarebbero proprio Damilano e Lorusso i favoriti nella competizione elettorale con un testa a testa che potrebbe condurre a un ballottaggio tra i due candidati.

Chi sono i candidati sindaco delle elezioni comunali a Torino: nomi e liste

Sono 13, in totale, i candidati sindaco alle elezioni comunali di Torino di cui solo 2 donne a fronte di 11 uomini. Tra queste c'è la consigliera pentastellata uscente Valentina Sganga che, dopo il voto online degli iscritti, si candida con le liste di Movimento 5 Stelle e dei Verdi. A Torino, infatti, il Movimento non sarà in coalizione con altre forze politiche. Dopo le primarie di giugno, è Stefano Lo Russo il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra con 6 liste in suo supporto. Sono 7, invece, le liste che sostengono il candidato di centrodestra Paolo Damilano su cui ha puntato la Lega di Matteo Salvini. Vediamo tutti i nomi dei candidati sindaco.

Stefano Lo Russo

Il centrosinistra corre alle elezioni torinesi con il candidato sindaco Stefano Lo Russo, il più votato (37,48%) alle primarie che a giugno lo hanno visto sfidare Francesco Tresso, Enzo Lavolta e Igor Boni. Lo Russo è docente del Politecnico di Torino e ha già esperienza in Consiglio comunale: tra il 2011 e il 2016, inoltre, ha ricoperto l'incarico di assessore con delega all'Urbanistica durante il mandato di Piero Fassino. La coalizione a supporto di Lo Russo è formata dalle liste di Pd, Moderati, Sinistra Ecologista, Articolo Uno, Torino Domani e la lista civica Lo Russo sindaco.

Paolo Damilano

Paolo Damilano è il candidato sindaco dell'ampia coalizione di centrodestra. Nel suo curriculum c'è una storia imprenditoriale nel settore vinicolo e delle acque minerali, l'incarico di presidente della Film Commission e il radicamento alla città di Torino che rivendica orgoglioso. La sua è stata una candidatura promossa e spinta dal leader della Lega Matteo Salvini che punta alla vittoria torinese. In suo sostegno anche le liste di Fratelli d'Italia, Forza Italia, Progresso Torino, Popolo della Famiglia, Sì Tav Sì Lavoro e la lista civica Torino Bellissima.

Valentina Sganga

Eletta consigliera comunale nel 2016 e diventata capogruppo dei 5 Stelle nel 2018, Valentina Sganga adesso corre alla carica di sindaca per succedere all'uscente Chiara Appendino. In suo supporto anche Andrea Russi, il consigliere comunale che ha sfidato Sganga nel voto online in cui gli iscritti hanno indicato la preferenza al nome del candidato. Oltre alle lista del M5s, che conta diversi consiglieri uscenti, c'è anche quella dei Verdi. A Torino il Movimento 5 Stelle compete senza coalizioni allargate, ma non si può ancora escludere un'alleanza con il centrosinistra in caso di ballottaggio.

Angelo D'Orsi

Per l'area della sinistra radicale torinese il candidato sindaco è Angelo D'Orsi. L'intellettuale, conosciuto in città per la sua carriera da storico e docente universitario, pone la cultura al centro del suo programma per rilanciare Torino. Il 74enne è sostenuto da Potere al Popolo, Sinistra in Comune e dal Partito comunista italiano.

Greta Giusy Di Cristina

La sinistra torinese si schiera anche con Greta Giusy Di Cristina, una delle due sole donne candidate alla carica di sindaco. Origini siciliane e insegnate di lingua inglese, Di Cristina punta a superare il divario di genere e scommette sul tema del lavoro. In suo sostegno il Partito Comunista e la lista Torino Città Futura.

Roberto Salerno

Roberto Salerno è il candidato sindaco del Movimento Ambientalista Torino. Il tributarista è conosciuto in città per la sua esperienza politica non solo per l'elezione a consigliere regionale nel 1995, ma anche per quella al Senato nel 2001 e alla Camera nel 2006. In tutti i casi, Roberto Salerno era candidato con Alleanza Nazionale di cui ha fondato a Torino il primo circolo ambientale e che ha abbandonato dopo la caduta del governo Prodi.

Ugo Mattei

Si candida da civico Ugo Mattei a sindaco di Torino. Il giurista, docente di diritto civile all'Università di Torino, è sostenuto dalla lista Futura per i beni comuni. Proprio per il governo collettivo dei beni comuni, Mattei ha ricevuto nel 2017 il premio internazionale "Elinor Ostrom". Nel suo curriculum di accademico si segnala anche la consulenza giuridica per il movimento No Tav in Val di Susa, la collaborazione giornalistica con Il Manifesto e con Il fatto Quotidiano, l'esperienza di vicepresidente della Commissione Rodotà nel 2007 e un anno da vicesindaco per il Comune di Chieri tra il 2014 e il 2015.

Davide Betti Balducci

Anche Davide Betti Balducci è in corsa da candidato civico per la carica di sindaco di Torino. "Sono il primo candidato sindaco di Torino apertamente gay", scrive sulla sua pagina Facebook. La sua candidatura, infatti, è sostenuta dalle liste dal Partito Gay e dal Partito Animalista. Non si tratta della prima esperienza politica per Balducci che in passato è stato già eletto in Consiglio comunale, sempre da indipendente.

Ivano Verra

Anche Gianluigi Paragone, ex grillino e fondatore di Italexit, piazza un suo candidato sindaco alle elezioni di Torino. Si tratta di Ivano Verra, architetto e in passato docente presso il Politecnico di Torino. Negli anni Verra ha avuto esperienze amministrative all'interno del Comune e tutt'ora ricopre incarichi nell'Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci). In suo sostegno, oltre Italexit, anche la lista Noi cittadini.

Paolo Alonge

Una sola la lista che sostiene la candidatura a sindaco di Torino di Paolo Alonge. L'ingegnere e consulente manageriale corre per il partito 3V, nato a gennaio a gennaio 2019 e che ha fatto della libertà di scelta terapeutica una delle sue battaglie.

Lorenzo Varaldo

Si presenta con la lista Divieto di Licenziare il candidato sindaco per la città di Torino Lorenzo Varaldo. Al centro della sua campagna elettorale, ovviamente, il tema del lavoro. Non è la prima candidatura per il dirigente scolastico torinese, già candidato sindaco nel 2011 e nel 2006 e candidato al Consiglio provinciale nel 2009.

Emilio Mazza

L'imprenditore Emilio Mazza è stato l'ultimo candidato alla carica di sindaco di Torino a presentare la documentazione all'ufficio elettorale. Mazza si candida con la lista Torino Capitale d'Europa Basta Isee.

Massimo Chiesi

Il Partito comunista dei lavoratori candida il sindacalista della Confederazione unitaria di base (Cub) Massimo Chiesi. Si tratta della prima candidatura a sindaco per il 48enne torinese.

Elezioni Torino, gli ultimi sondaggi su chi vincerà

Stando agli ultimi sondaggi, a Torino si prospetta un testa a testa al primo turno del 3 e 4 ottobre tra il candidato di centrodestra Paolo Damilano e quello di centrosinistra Stefano Lo Russo. Il sondaggio realizzato da Quorum/YouTrend, infatti, stima che il primo potrebbe raggiungere il 43,7% delle preferenze e il secondo il 42,8%. Un leggero scarto che però, secondo il sondaggio, al ballottaggio potrebbe andare a vantaggio di Lo Russo con una vittoria del 52,6% contro il 47,4% dello sfidante di centrodestra. Decisiva, al secondo turno, sarà la posizione del Movimento 5 Stelle che vede la sua candidata Valentina Sganga ferma all'8,6%.

I candidati nelle circoscrizioni alle elezioni comunali di Torino

Il 3 e 4 ottobre i torinesi voteranno anche per rinnovare i Consigli delle otto circoscrizioni cittadine e per eleggerne i nuovi presidenti. Per la guida dei quartieri si gioca un'altra campagna elettorale con esiti che potrebbero essere molto diversi a seconda della zona. Dal centro alla periferia, infatti, potrebbero cambiare significativamente i colori e gli schieramenti politici vincitori. Vediamo quali sono i candidati in ogni circoscrizione.

Circoscrizione 1

Nella circoscrizione che si estende dal Centro a Crocetta, sono 8 i candidati alla presidenza. Si tratta di Barbara Stancati (Futura – Ugo Mattei sindaco), Gianteresio Vattimo (Partito comunista con Marco Rizzo), Francesco Bocchetti (Italexit), Cristina Savio (Lo Russo Sindaco, Torino Domani, Articolo Uno, PD, Sinistra ecologista e Moderati), Christian Dellisanti (Partito Gay e Partito Animalista), Claudia Valentino (Potere al Popolo, Sinistra in Comune e PCI) Tiziana Mossa (Europa Verde, Movimento 5 Stelle) e Federico Rolando (Torino Bellissima, Il popolo della famiglia, Lega, Forza Italia, Progresso Torino e Fratelli d'Italia).

Circoscrizione 2

Otto anche i candidati nella seconda circoscrizione che comprende i quartieri di Santa Rita, Mirafiori nord e Mirafiori Sud. Sono Giampaolo Ferranti (Italexit), Luca Rolandi (Torino domani, La piazza, Lo Russo sindaco, Articolo Uni, Moderati, PD e Sinistra ecologica), Mirco Carlo Solero (Partito Comunista e Torino città Futura), Cataldo Mangano (PCI e Sinistra in Comune), Iuri Gilberto Bossuto (Europa Verde e Movimento 5 Stelle), Davide Gregorio Balena (Torino Bellissima, Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Progresso Torino e Il popolo della famiglia), Marco Rizzonato (Futura), Ioan Dan (Movimento ambientalista).

Circoscrizione 3

Altri 8 i candidati nella circoscrizione 3 che comprende le zone di San Paolo, Cenisia, Pozzo Strada, Cit Turin e Borgata Lesna. I nomi in campo sono Sabina Motzo (Futura), Osvaldo Neirotti (Movimento ambientalista), Paolo Giorgini (Italexit), Francesca Troise (Torino domani, Lo Russo sindaco, Moderati, Articolo Uno, PD e Sinistra ecologista), Loredana Loffredo (Europa verde e Movimento 5 Stelle), Daniela Talarico (Partito Comunista e Torino città futura), Daniela Alfonzi (Potere al Popolo e Sinistra in Comune) e Massimo Di Miscio (Torino Bellissima, Progresso Torino, Il popolo della famiglia, Fratelli d'Italia, Forza Italia e Lega).

Circoscrizione 4

Nella quarta circoscrizione che comprende San Donato, Campidoglio e Parella i candidati sono: Federico Varacalli (Movimento 5 Stelle e Europa Verde), Alberto Bausola (Sinistra in comune e Potere al popolo), Alberto Re (Sinistra ecologista, Lo Russo sindaco, Torino Domani, Moderati, Articolo Uno e PD), Marco Galizia (Italexit), Christian Citro (Futura), Marco Ierardo (Partito Comunista), Felice Scavone (Progresso Torino, Il popolo della famiglia, Torino Bellissima, Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia) e Vincenzo Vita (Movimento ambientalista).

Circoscrizione 5

Borgo Vittoria, Madonna di Campagna, Lucento e Vallette sono le zone della circoscrizione 5 di Torino. Qui i candidati sono: Luigi Martina (Movimento 5 Stelle e Europa verde), Enrico Crescimano (Lega, Forza Italia, Fretelli d'Italia, Torino Bellissima, Il popolo della famiglia e Progresso Torino), Pino Scarfò (Futura), Mimmo Dellisanti (Partito Gay e Partito Animalista), Elisabetta Ranieri (Divieto di licenziare), Federica Laudisa (Sinistra ecologista, Torino domani, Articolo Uno, Moderati, PD, Lo Russo Sindaco), Maria Rosalba Carena (Partito Comunista e Torino città Futura), Deborah Montalbano (Sinistra in comune e PCI) e Giorgio Picchio (Italexit).

Circoscrizione 6

Nella sesta circoscrizione che comprende le zone di Barriera di Milano, Regio Parco, Barca, Bertolla, Falchera, Rebaudengo e Villaretto i candidati sono: Giovanni Guglieri (Divieto di licenziare), Deana Panzarino (Articolo Uno, Sinistra ecologista, PD, Moderati, Torino Domani, Lo Russo sindaco), Valerio Lomanto (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Il popolo della famiglia, Progresso Torino, Torino Bellissima), Maria Grazia Taddeo (Futura), Valter Cangelli (Movimento 5 Stelle), Sara Franchino (Partito Gay e Partito Animalista), Emanuele Giuseppe Caddeo (PCI, Sinistra in Comune), Pierino Magro (Noi cittadini e Italexit) e Fabio Casse (Partito Comunista).

Circoscrizione 7

Per la circoscrizione 7, che comprende le zone di Aurora, Vanchiglia, Sassi e Madonna del Pilone, i candidati sono: Simona Mazza (Torino Città Futura e Partito Comunista), Gian Luca Deri (Moderati, Torino Domani, Sinistra ecologista, Lo Russo sindaco, PD, Articolo Uno), Patrizia Maria Alessi (Il popolo della famiglia, Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia, Sì lavoro sì Tav, Progresso Torino, Torino Bellissima), Maurizia Stefania Cabbia (Futura), Maurizio Berni (Italexit), Sebastiana Trigila (Partito animalista e Partito Gay), Francesco Lauria (Movimento 5 Stelle e Europa Verde) e Massimo Brashi (Potere al Popolo e Sinistra in Comune).

Circoscrizione 8

Nella circoscrizione 8 che comprende le zone di San Salvario, Cavoretto, Borgo Po, Nizza, Millefonti, Lingotto e Filadelfia, i candidati sono: Raffaella Pasquali (Europa verde e Movimento 5 Stelle), Stefano Delpero (Progresso Torino, Il popolo della famiglia, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Torino Bellissima e Lega), Juniorfrancesco D'Agostino (Sinistra in Comune), Serena Fiorelli (Futura), Angelica Carobene (Movimento ambientalista), Massimiliano Miano (Lo Russo sindaco, Articolo Uno, Sinistra ecologista, PD, Moderati, Torino Domani), Roberto Brognano (Partito Animalista), Mauro Mainardi Morreale (Italexit) e Francesco Raffaele (Partito Comunista).

Come si vota alle elezioni a Torino: la scheda elettorale

Sulla scheda elettorale saranno indicati i nomi dei 13 candidati alla carica di sindaco e delle 30 liste in corsa per i 40 seggi disponibili. I cittadini possono votare per uno dei candidati e per una lista collegata: basterà barrare il simbolo di una lista oppure tracciare un segno sia sul nome del candidato sindaco che sul simbolo della lista. In alternativa, i cittadini possono esprimere la propria preferenza solo per un candidato sindaco (senza indicare nessuna lista) oppure esercitare il voto disgiunto barrando il nome di un candidato sindaco e il simbolo di una lista collegata ad un altro candidato. Gli elettori possono anche esprimere un massimo di due preferenze, purché di genere diverso, per i candidati consiglieri scrivendone il nome nello spazio accanto alla lista di riferimento.

Il fac–simile della scheda elettorale per votare a Torino
Il fac–simile della scheda elettorale per votare a Torino

Quando si vota: la data di primo turno ed eventuale ballottaggio

Il primo turno delle elezioni amministrative di Torino si svolgerà nelle giornate di domenica 3 ottobre e lunedì 4 ottobre. Gli elettori potranno recarsi al seggio elettorale dalle ore 7 alle ore 23 di domenica e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì. Nel caso in cui nessuno dei candidati dovesse raggiungere il 50%+1 di voti, i cittadini dovranno tornare in cabina elettorale per il ballottaggio tra i due candidati che hanno ottenuto più preferenze al primo turno nei giorni di domenica 17 ottobre e lunedì 18 ottobre.

Per il 56% degli italiani Draghi dovrebbe rimanere a capo del governo: solo il 21% lo vuole al Colle
Per il 56% degli italiani Draghi dovrebbe rimanere a capo del governo: solo il 21% lo vuole al Colle
Sondaggi, per l'elezione del Presidente della Repubblica gli italiani tifano per Draghi e Berlusconi
Sondaggi, per l'elezione del Presidente della Repubblica gli italiani tifano per Draghi e Berlusconi
Elezioni suppletive Camera, ministra Bonetti candidata da Italia viva a Roma
Elezioni suppletive Camera, ministra Bonetti candidata da Italia viva a Roma
Ballottaggio Comunali 2021
TORINO
ROMA
TRIESTE
sezioni su 919
Immagine
59.23%
S. Lo Russo
Immagine
40.77%
P. Damilano
sezioni su 2603
Immagine
60.15%
R. Gualtieri
Immagine
39.85%
E. Michetti
Definitivi
Immagine
51.3%
R. Dipiazza
Immagine
48.7%
F. Russo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni