La Farnesina sconsiglia ai cittadini italiani di fare viaggi all’estero, considerando l’attuale situazione epidemiologica e il continuo incremento dei contagi da Covid-19 che riguarda non solo l’Italia, ma tutta l'Europa e anche altri continenti. Considerando l’aggravarsi della situazione soprattutto nell’Ue, il ministero degli Esteri raccomanda “a tutti i connazionali di evitare viaggi all’estero”. Ovviamente il riferimento è ai viaggi ritenuti non necessari, a partire da quelli per motivi di turismo. Mentre la raccomandazione non riguarda quei viaggi ritenuti indispensabili, come quelli per motivi di lavoro.

La Farnesina, sul suo sito, spiega ancora che non si possono escludere ulteriori restrizioni future agli spostamenti che rischierebbero di complicare eventuali rientri in Italia. Situazioni che potrebbero venirsi a creare considerando l’alto numero di contagi in tanti Paesi. Un monito verso tutti quei cittadini che pensano di viaggiare all'estero in questo periodo, spiegando loro che il rischio di avere difficoltà a rimpatriare è concreto. Problematiche simili per il rimpatrio potrebbe riscontrarsi, anche on il rischio di un’incidenza più grave, in caso di viaggi verso destinazioni extra-Ue.

Sul sito della Farnesina si spiega, nello specifico, che la raccomandazione riguarda i viaggi all’estero per spostamenti non necessari, come per quelli per turismo. Inoltre, lo stesso ministero degli Esteri ricorda che è disponibile, all’indirizzo https://infocovid.viaggiaresicuri.it, un questionario interattivo per verificare qual è la normativa italiana vigente in tema di spostamenti da e per l’estero. Disposizioni che derivano dai vari dpcm emanati nelle ultime settimane dal governo e dagli allegati che disciplinano le liste dai Paesi da cui si può e non si può andare e tornare.