Parla di tradimento della volontà popolare e continua a chiedere elezioni anticipate. Il Ministro degli Interni (ancora per poco, probabilmente) Matteo Salvini è intervenuto da par suo – cioè con un video messaggio in diretta su Facebook – sulla possibile alleanza tra il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico per la formazione di un nuovo governo. Salvini parla di “spartizione di poltrone”  ripete ossessivamente che “dalle elezioni non si può scappare per sempre”. “Capiamo adesso il perché dei no su giustizia, autonomia, riforme”, dice il segretario della Lega, riferendosi agli ormai ex alleati del Movimento 5 Stelle.

Salvini: "Qualcuno preferisce governare con quelli di Bibbiano"

Salvini va all’attacco: “Siamo increduli di fronte al fatto che il taglio dei parlamentari improvvisamente è sparito, e noi eravamo d’accordo con il farlo. Se qualcuno preferisce il governo con chi amministra Bibbiano, con i protagonisti di Banca Etruria e MPS, noi facciamo non uno ma mille passi avanti. Vince il partito delle poltrone”.

Salvini: "Noi pronti a fare una manovra economica epocale"

Secondo Salvini in caso di “fumata bianca” tra PD e Movimento 5 Stelle “Renzi ha ragione a cantare vittoria. Era stato cacciato dal popolo, ma rientra dalla finestra”. Il segretario del carroccio sostiene che in queste ore sarebbe in atto una spartizione delle poltrone e dei ministeri. ”Governare con il PD  non è mai stata nostra intenzione. Noi siamo pronti in caso di elezioni a una manovra economica epocale. Noi diciamo che puoi scappare dal voto per un mese o per un anno ma non all’infinito”.

Salvini: "In corso un ribaltone"

Salvini parla poi di Giuseppe Conte, il capo del governo che poche settimane fa ha firmato il decreto sicurezza bis e che ora  sarebbe in pole position per continuare ad essere il Presidente del Consiglio. Salvini parla di “ribaltone all’italiana” e – pur senza menzionarlo – si affida a Mattarella nella speranza che faccia tornare i cittadini alle urne dopo la crisi di governo: “La via maestra è il voto. Chi ha paura degli italiani? Gli italiani potrebbero esprimersi e magari scegliere Renzi. Questa alleanza è il tradimento della volontà popolare”