767 CONDIVISIONI
Coronavirus
2 Maggio 2021
16:51

Come sarà l’estate 2021 con il Covid: mascherine obbligatorie e viaggi soprattutto in Italia

Come sarà l’estate 2021? Lo spiega il professor Luca Richeldi del Comitato tecnico scientifico: “Ormai i rischi li conosciamo, le misure di sicurezza funzionano. Mascherine, evitare affollamenti nei luoghi chiusi, igiene. Non sappiamo per quanto tempo ancora dovremo usare queste misure, sicuro fino alla prossima estate”.
A cura di Annalisa Cangemi
767 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Come sarà l'estate del 2021, dal punto di vista delle misure restrittive per il contrasto dell'emergenza sanitaria? Sicuramente sarà ancora necessario indossare le mascherine e evitare gli assembramenti, sia al chiuso sia all'aperto. Lo spiega bene il professore Luca Richeldi, membro del Comitato tecnico scientifico: "C'è bisogno di responsabilità ragionata da parte di tutti. Ormai i rischi li conosciamo, le misure di sicurezza funzionano. Mascherine, evitare affollamenti nei luoghi chiusi, igiene. Non sappiamo per quanto tempo ancora dovremo usare queste misure, sicuro fino alla prossima estate", ha detto l'esperto ospite a Domenica In, su Raiuno.

"Gli errori commessi la scorsa estate – ha aggiunto – non li ripeteremo. Con i vaccini siamo fiduciosi, se usiamo la testa i rischi sono ridotti. Ma se riapriamo senza misure i rischi aumentano". 

Rispetto alla scorsa estate naturalmente abbiamo un vantaggio, cioè la campagna vaccinale. La nota dolente, in un quadro epidemiologico ancora preoccupante sono però le varianti del virus che continuano a circolare, contro le quali i vaccino attuali potrebbero non essere sufficienti. Anche per questo il governo consiglia in ogni caso di viaggiare in Italia, prediligendo gli spostamenti all'interno dei confini nazionali: "Arriveremo all'inizio dell'estate con la quasi totalità delle persone che si vogliono vaccinare, esclusi gli under 16, con la prima dose fatta. Quindi avremo la popolazione protetta, potremmo osservare quello che sta osservando l'Inghilterra e una maggiore libertà. Viaggi all'estero? Facciamo le vacanze in Italia, è più semplice controllarci e poi facciamo girare l'economia", ha detto Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, ospite a Domenica In su Raiuno.

Il segretario del Pd Enrico Letta propone alcune misure a sostegno del turismo, in vista proprio delle vacanze estive. Secondo Letta servono "interventi immediati che hanno a che vedere con la ripartenza in estate e autunno. C'è bisogno di un decreto legge subito con un pacchetto importante sul turismo. Con due misure. Una che chiamerei ‘Vacanze italiane 2021' nella quale si prenda ciò che non ha funzionato del bonus vacanze dell'anno scorso e lo si renda automatico, con una busta elettronica. La seconda invece è la creazione di un fondo di garanzia per gestire i voucher in scadenza e allungarne i tempi". 

Non potrà sicuramente essere comunque un ‘liberi tutti', proprio per evitare che un'eccessiva riapertura, senza adeguate regole, possa portare a settembre-ottobre a un nuovo picco di contagi. Lo ha ribadito anche il capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio: "Il nostro obiettivo è somministrare tutte le dosi che arrivano, a stamattina sono state somministrate il 90 per cento delle dosi consegnate. Significa che tutto ciò che è disponibile viene inoculato secondo il piano. Questo virus ci accompagnerà probabilmente per i prossimi mesi, avremo una vita sicuramente diversa, il vaccino ci sta facendo uscire dal tunnel ma noi dobbiamo continuare a seguire quelle che sono le misure di cautela e sicurezza e distanziamento".

In ogni caso la valutazione del professore Richeldi sulla campagna vaccinale è positiva: "Col vaccino stiamo salvando vite. La prime dose protegge dalle polmoniti gravi. Il primo obiettivo, ovvero la diminuzione dei morti nella fasce più a rischio sta accadendo. Sforzi importanti che si traducono in risultati". 

Per quanto riguarda le varianti il membro del Cts ha detto che "In India questa situazione è successa per motivi legati alla politica che ha consentito non solo raduni elettorali ma eventi religiosi con milioni di persone. La sconfitta apparente della pandemia è stata usata per scopo politico. Che sia un monito che possa servire a tutto il mondo. Intanto è in corso già uno studio per un vaccino che copra più varianti. L'India è il più grande produttore di vaccini al mondo- e ora si ritrova in questa situazione".

767 CONDIVISIONI
27051 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni