L’esame di terza media dell’anno scolastico 2020/2021 consisterà in una prova orale: a certificarlo è un’ordinanza del ministero dell’Istruzione che dovrà ricevere il via libera del Consiglio superiore della pubblica istruzione nei prossimi giorni. I provvedimenti ministeriali cambieranno le modalità dell’esame di maturità, oltre che di quello di primo ciclo. L’orale per gli alunni della terza media partirà da un elaborato che gli stessi studenti dovranno presentare e la votazione finale resta in decimi, con possibilità di lode. Vediamo come funzionerà l’esame di terza media in quest’anno scolastico caratterizzato dall’emergenza sanitaria legata al Coronavirus.

L’elaborato per l’esame di terza media

Il colloquio orale inizierà dalla discussione dell’elaborato che, come spiega il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, potrà essere un testo, una prova pratica o anche un prodotto multimediale. Per la scelta dell’argomento dell’elaborato si viene seguiti dai docenti, così come nel momento della sua realizzazione, fino alla discussione con la commissione. La tematica viene assegnata dal consiglio di classe tenendo conto delle caratteristiche personali degli studenti: andrà assegnata entro il 7 maggio e dovrà essere trasmesso alla commissione entro il 7 giugno. I docenti dovranno seguire i singoli alunni, suggerendo anche la forma più idonea e aiutandoli nella stesura. L’elaborato può essere scritto, multimediale, può essere una produzione artistica o tecnico-pratica e potrà riguardare anche più discipline.

Come funzionerà l’esame di terza media

L’ammissione all’esame verrà deliberata dal consiglio di classe. Si terranno le prove Invalsi, ma la partecipazione ad esse non sarà un requisito di accesso. Per quanto riguarda la frequenza saranno i collegi docenti a introdurre eventuali deroghe tenendo conto dell’emergenza sanitaria: l’obbligo previsto è quello di partecipare a tre quarti dell’orario individuale. Per l’esame del primo ciclo, quindi, ci sarà solamente una prova orale a partire dalla discussione dell’elaborato. La votazione finale resterà in decimi, con la possibilità anche di conseguire la lode.