1.090 CONDIVISIONI
Covid 19
19 Febbraio 2021
15:29

L’esame di maturità sarà solo orale

Ora è ufficiale: sia l’esame di maturità che l’esame di terza media si baseranno solamente su una prova orale. Una modalità semplificata a causa dell’emergenza sanitaria e che ricalca quanto avvenuto lo scorso anno scolastico. A confermare che l’esame sarà solo orale è una nota del ministero dell’Istruzione.
A cura di Stefano Rizzuti
1.090 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Le ordinanze sugli esami di Stato sono pronte: sia l’esame di maturità che quello di terza media si baseranno solamente su una prova orale, partendo dalla discussione di un elaborato. Una formula semplificata che per l’esame di maturità riprende quanto già avvenuto lo scorso anno scolastico a causa dell’emergenza Covid e del ricorso obbligato alla didattica a distanza. In una nota il ministero dell’Istruzione fa sapere che le ordinanze per gli esami di stato del primo e del secondo ciclo di istruzioni sono pronte e lunedì verranno inviate al Consiglio superiore della pubblica istruzione per il parere atteso prima della loro emanazione. Le ordinanze hanno l’obiettivo di definire le modalità degli esami che si terranno a giugno, tenendo conto della situazione sanitaria e dell’inevitabile impatto che ha avuto sulla vita scolastica in Italia nell’anno scolastico 2020/2021.

La sessione d’esame per la maturità inizierà il prossimo 16 giugno e consisterà solamente in un colloquio orale, senza quindi le prove scritte. Il colloquio inizierà con la presentazione di un elaborato, che verrà assegnato dai consigli di classe sulla base del percorso svolto dagli studenti. L’elaborato dovrà riguardare le discipline che caratterizzano l’indirizzo di studio, da integrare eventualmente anche con altre discipline e con esperienze che derivano dai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento. A decidere sull’ammissione dello studente all’esame sarà il consiglio di classe.

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, commenta: “L’Esame consentirà alle studentesse e agli studenti di esprimere quanto maturato nel corso dei loro anni di studio. Studentesse e studenti, attraverso il loro elaborato, che potrà essere un testo, ma anche una prova pratica o un prodotto multimediale, potranno dimostrare ciò che hanno appreso e compreso, la loro capacità di pensiero critico e di esprimersi. L'Esame deve essere concepito come il diritto di tutte le studentesse e tutti gli studenti ad essere valutati sulla base delle attività scolastiche svolte nell'arco di tutto il loro percorso. Tenendo conto delle difficoltà vissute durante l'emergenza sanitaria”. Bianchi aveva già anticipato le sue intenzioni sull'esame di maturità in un'intervista al Corriere della Sera.

1.090 CONDIVISIONI
31841 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni