97 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Conflitto Israelo-Palestinese

Civili in attesa di aiuti uccisi a Gaza, Meloni: “Profondo sgomento, Israele chiarisca responsabilità”

Almeno 104 civili palestinesi sarebbero stati uccisi oggi a Gaza dall’esercito israeliano mentre erano in attesa di aiuti alimentari. Giorgia Meloni ha chiesto che Israele “accerti la dinamica dei fatti”. Compatte le opposizioni nel chiedere più impegno per il cessate il fuoco: “Non c’è fine all’orrore”, ha commentato Elly Schlein.
A cura di Luca Pons
97 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Le notizie sugli oltre cento civili palestinesi uccisi mentre aspettavano di ricevere aiuti alimentari ha causato "profondo sgomento e preoccupazione", ha detto la presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Secondo quanto comunicato dal ministero della Sanità gestito da Hamas, le vittime sarebbero almeno 104 e sarebbero state causate da un attacco armato di Israele, mentre la folla attendeva il cibo. L'esercito israeliano (Idf), invece, ha detto che le morti sarebbero avvenute in modo accidentale: i camion che trasportavano gli aiuti sarebbero stati accerchiati e assaltati, e molti sarebbero stati schiacciati dalla calca o investiti involontariamente dai mezzi che cercavano di scappare. Alcuni testimoni oculari, però, hanno riferito che i soldati israeliani hanno aperto il fuoco sulla folla.

La dinamica di quanto accaduto è ancora da verificare, e per questo nella sua nota Meloni ha usato termini generali: "Ho appreso con profondo sgomento e preoccupazione la drammatica notizia di quanto accaduto oggi a Gaza", ha scritto. "È urgente che Israele accerti la dinamica dei fatti e le relative responsabilità". In ogni caso, ha concluso, "le nuove e numerose vittime civili impongono di intensificare immediatamente gli sforzi sui negoziati in atto per creare le condizioni per un cessate il fuoco e per la liberazione degli ostaggi".

Ben più netta la reazione da parte dei partiti dell'opposizione. La segretaria del Pd Elly Schlein ha dichiarato: "Basta! Non c’è fine all’orrore, oggi più di cento vittime tra i civili a Gaza in fila per gli aiuti sotto i colpi dell’esercito israeliano. E non è la prima volta. Questo massacro di civili deve finire. Lo chiediamo da ottobre: serve un cessate il fuoco immediato". Per il Pd ha commentato anche il componente della segreteria Sandro Ruotolo: "Quello che sta accadendo a Gaza resterà nella memoria di tutti noi, resterà nella storia. Più di cento civili palestinesi uccisi oggi dall'esercito israeliano mentre erano in fila per gli aiuti umanitari. Più di 30mila palestinesi uccisi a Gaza dall'inizio della guerra. Cessate il fuoco anche se è già troppo tardi".

Sui social, il leader del Movimento 5 stelle Giuseppe Conte ha commentato: "Non c'è più neanche una traccia di umanità in quel che sta accadendo. Solo orrore". Conte ha definito quello di Gaza un "massacro che dovremo spiegare a figli e nipoti quando lo leggeranno nei libri di storia". Poi ha rivolto un attacco al governo: "Anziché puntare il dito contro chi protesta a gran voce contro tutto questo, ci si impegni davvero per un immediato cessate il fuoco, dopo mesi di colpevoli silenzi e indifferenza. Il tempo è scaduto da tanto, da troppo".

Anche gli altri leader politici si sono mobilitati. Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra italiana, ha denunciato: "L'ennesimo orrore di oggi, con l'esercito israeliano che ha sparato su civili disperati ed affamati, ci conferma ancor di più che serve subito il cessate il fuoco ed un'iniziativa internazionale immediata". Carlo Calenda, leader di Azione, è intervenuto: "Quanto accaduto a Gaza è semplicemente agghiacciante. Le responsabilità dirette vanno accertate rapidamente. Ma la situazione a Gaza è inaccettabile da troppo tempo. Israele è andata molto al di là del ‘diritto di difendersi'. Netanyahu va cacciato il prima possibile".

Nel frattempo, il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha convocato una riunione a porte chiuse questa notte, alle 23.15 ora italiana. Al centro della riunione ci sarà quanto è accaduto a Gaza. Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha condannato "l'incidente avvenuto oggi nel nord della Striscia di Gaza". Il portavoce dell'organizzazione Stéphane Dujarric ha chiarito: "Non sappiamo esattamente cosa sia successo".

97 CONDIVISIONI
720 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views