2.143 CONDIVISIONI
Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: 11 minuti fa
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 3 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
2 Settembre 2022
10:57

Chi vince le elezioni secondo i sondaggi politici: rimpianto Letta, il campo largo avrebbe trionfato

L’ultimo sondaggio di Pagnoncelli conferma la crescita di Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle. Il centrodestra è strafavorito, ma il campo largo sognato da Letta è un grande rimpianto: l’avrebbe potuto battere.
A cura di Tommaso Coluzzi
2.143 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Dagli ultimi sondaggi politici emergono due dati sempre più chiari: il primo è che il centrodestra ha praticamente vinto le elezioni del 25 settembre, il secondo è che il campo largo che per anni Letta ha provato a costruire lo avrebbe battuto. Secondo la rilevazione di Ipsos di Pagnoncelli, pubblicata sul Corriere della Sera, il campo largo da Renzi a Conte avrebbe potuto vincere contro il centrodestra a trazione Meloni. Intanto va segnalato il testa a testa nelle intenzioni di voto sia in vetta che a metà classifica. A essere coinvolti sono sempre i primi quattro partiti, ma due sono alleati e due no. Vediamo le percentuali nel dettaglio.

Il primo partito nel sondaggio di Ipsos è sempre Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, che segna un più 0,7% nell'ultimo mese e raggiunge il 24%. Il Partito Democratico di Enrico Letta si trova a un punto esatto di distanza, al 23% frutto di un meno 0,2%. E mentre Meloni consolida il suo vantaggio sui dem, gli alleati della Lega perdono lo 0,1% e scendono al 13,4%. Matteo Salvini e i suoi, però, devono guardarsi seriamente le spalle. O meglio, devono guardarsi accanto: il Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte fa un balzo in avanti del 2,1% e arriva proprio al 13,4%.

Dietro i primi quattro partiti c'è sempre Forza Italia di Silvio Berlusconi, che però ottiene l'8% nelle intenzioni di voto perdendo un punto secco in un mese. Azione e Italia Viva – insieme sotto forma di Terzo polo – valgono il 5% secondo il sondaggio di Pagnoncelli. Si tratta della prima rilevazione, quindi non ci sono differenze con il passato. Cresce – e di molto – invece, l'alleanza tra Verdi e Sinistra: Bonelli e Fratoianni salgono al 4,1%, con un più 0,7% in un mese. Chiudono Italexit di Paragone al 3% (meno 0,1%), +Europa al 2%, Unione popolare all'1,1%, Noi Moderati all'1%, Impegno Civico allo 0,8% (meno 0,5%).

Se andiamo a tirare le somme, a coalizione di centrodestra risulta ancora una volta più che vincente: Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia e Noi Moderati insieme valgono il 46,4%; il centrosinistra con Partito Democratico, +Europa, Verdi, Sinistra e Impegno Civico si ferma al 29,9%. Ma se il campo largo che Letta ha inseguito a lungo fosse diventato realtà? La stessa coalizione, con l'aggiunta del Movimento 5 Stelle e del Terzo polo di Calenda e Renzi, avrebbe raccolto – secondo questo sondaggio – il 48,3%.

2.143 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni