314 CONDIVISIONI
6 Dicembre 2020
08:43

Campania e Toscana da oggi in zona arancione e 5 altre Regioni da oggi in zona gialla: cosa cambia

Da oggi, domenica 6 dicembre, cambia la mappa dell’Italia divisa in tre aree. Campania e Toscana diventano infatti zona arancione, mentre ben cinque Regioni tornano alla zona gialla. Si tratta di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria. Vediamo quindi che cosa cambia da oggi per queste Regioni per quanto riguarda le regole anti-coronavirus.
A cura di Annalisa Girardi
314 CONDIVISIONI

Campania e Toscana da oggi, domenica 6 dicembre, diventano zona arancione. Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria, invece, passano alla zona gialla. Oggi entrano in vigore le ultime ordinanze del ministro della Salute, Roberto Speranza, che cambiano i colori della mappa dell'Italia divisa in tre zone a seconda del livello di rischi legato all'emergenza coronavirus. Cambiano quindi le  regole anti-contagio per diversi territori, che vedono allentarsi le misure di contenimento dell'infezione. Vediamo quindi nello specifico che cosa cambia nelle Regioni che hanno cambiato colore.

Campania e Toscana in zona arancione, come si allentano le misure

Nella zona arancione rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino che impedisce qualsiasi spostamento che non sia per lavoro, salute o necessità. Continuano anche a essere proibiti gli spostamenti fuori dalla Regione o dal proprio Comune, se non per le stesse esigenze dichiarate con il modulo di autocertificazione. Ma da oggi sarà possibile circolare liberamente all'interno del proprio Comune, mentre in zona rossa non era concesso.

Restano chiusi bar e ristoranti, che potranno lavorare solo con il servizio di asporto (fino alle 22) e di consegna a domicilio. Riaprono però i negozi e le attività commerciali. I centri commerciali, come accade del resto in zona gialla, resteranno chiusi nei giorni festivi e prefestivi, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, alimentari, tabaccherie ed edicole che si trovano al loro interno.

Per quanto riguarda la scuola, continuano con la didattica a distanza gli studenti delle scuole superiori, mentre fanno lezione in aula i bambini della scuola dell'infanzia e gli alunni di elementari e medie. Sono chiuse le università, ad eccezione di alcune attività delle matricole e dei laboratori, che potranno continuare a essere svolti in presenza.

Cosa cambia per le cinque Regioni che tornano in zona gialla

Sono cinque le Regioni che tornano in zona gialla: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria. Vengono quindi allentate ulteriormente le misure restrittive in vigore. Per quanto riguarda gli spostamenti, vige anche in zona gialla il coprifuoco tra le 22 e le 5 del mattino, ma per il resto sono consentiti gli spostamenti tra Comuni, Province e anche Regioni all'interno dell'area. Restano chiusi musei, mostre, cinema, teatri, piscine e palestre, sale bingo e sale scommesse.

Sono però aperti i negozi (anche se i centri commerciali rimangono chiusi nei weekend) e riaprono al pubblico anche i ristoranti. Almeno fino alle 18 e con un limite massimo di quattro persone per tavolo. Dopo quell'orario potranno lavorare con l'asporto e le consegne a domicilio. Le lezioni continuano ad essere in presenza per la scuola dell'infanzia, elementari e medie, mentre per le superiori e le università prosegue la didattica online.

Il decreto per le feste natalizie

Anche nella zona gialla, tuttavia, sotto Natale avverranno alcuni cambiamenti per quanto riguarda le misure anti-Covid. Dal 21 dicembre al 6 gennaio, infatti, non saranno più consentiti gli spostamenti tra Regioni e nelle giornate di Natale, Santo Stefano e Capodanno non si potrà uscire dal proprio Comune. Il governo ha deciso di applicare regole più severe per il periodo delle vacanze in quanto teme che, con un allentamento generale delle regole, ci sia una via libera generalizzato a spostamenti e occasioni di socialità che farebbero impennare di nuovo la curva dei contagi. È infatti probabile che prima di Natale altre Regioni tornino all'interno della zona gialla.

314 CONDIVISIONI
Allerta meteo arancione e gialla per maltempo domani 19 novembre, tutte le regioni a rischio
Allerta meteo arancione e gialla per maltempo domani 19 novembre, tutte le regioni a rischio
Maltempo, allerta meteo arancione e gialla mercoledì 30 novembre per temporali: le regioni a rischio
Maltempo, allerta meteo arancione e gialla mercoledì 30 novembre per temporali: le regioni a rischio
Maltempo, allerta meteo arancione e gialla giovedì 1 dicembre per temporali: le regioni a rischio
Maltempo, allerta meteo arancione e gialla giovedì 1 dicembre per temporali: le regioni a rischio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni