Da oggi, 1° luglio, arrivano tante novità sul fronte economico. Entrano in vigore nuovi bonus, incentivi e provvedimenti: una data importante, quindi, in cui partiranno alcune iniziative del governo per far fronte alla crisi economica e allo stesso tempo verranno attuate alcune misure approvate dall'esecutivo ben prima della pandemia. Da oggi, mercoledì 1° luglio, cambia ad esempio il nostro modo di spendere, in quanto il tetto al contate scenderà dai 3 mila ai 2 mila euro: una norma contenuta nell'ultima legge di Bilancio che ha lo scopo di contrastare l'evasione fiscale e promuovere il piano cashless del governo. Fino a 1.999 euro si potrà pagare in contanti, ma dai 2 mila in su scatta l'obbligo di procedere con pagamenti tracciabili, quindi usando carte di credito o effettuando un bonifico bancario.

Sempre da oggi i professionisti e i commercianti dovranno accettare pagamenti con moneta elettronica: solo in questo modo potranno accedere al credito d'imposta dedicato appunto a chi utilizza il Pos. Un'altra misura della legge di Bilancio che però (al momento) non prevede sanzioni per chi decide di non dotarsi delle macchinette in questione. Ad ogni modo, il credito potrà essere utilizzato solo in compensazione per recuperare il 30% delle commissioni e dei costi fissi che vengono addebitati per le transazioni effettuate mediante le carte di credito. Il 1° luglio è anche la data in cui arrivano gli aumenti in busta paga grazie al taglio del cuneo fiscale. Per chi beneficiava già del vecchio bonus Renzi (i redditi dagli 8 mila ai 26 mila euro) questo passerà da 80 euro a 100 euro. Viene però anche allargata la platea di beneficiari, comprendendo anche i redditi fino a 28 mila euro. Da questa cifra ai 40 mila euro, il bonus viene trasformato in una detrazione fiscale.

Dal 1° luglio via libera anche ai bonus messi in campo dal governo per contrastare la crisi economica innescata dalla pandemia di coronavirus. In primis il bonus vacanze, destinato alle famiglie con Isee entro i 40 mila euro e con cui si potrà pagare un soggiorno in strutture ricettive come alberghi, b&b o campeggi. L'80% del bonus si tradurrà in uno sconto immediato, mentre il restante 20% diventerà credito d'imposta. Il voucher, che per un single può arrivare fino a 150 euro, a 300 per le coppie e a un massimo di 500 euro se il nucleo familiare è composto da più di due persone, potrà essere utilizzato da oggi fino al 31 dicembre 2020. Via libera anche al superbonus al 110% per chi vuole ristrutturare casa: si tratta di uno sconto fiscale di cui si potrà usufruire per quanto riguarda i lavori di riqualificazione energetica o per la messa in sicurezza in chiave anti-sismica: il provvedimento, contenuto nel decreto Rilancio, è però ancora esposto a modifiche.