Emergenza immigrazione
11 Maggio 2021
15:57

A Lampedusa sbarcano in 17: erano aggrappati su piattaforma petrolifera. Nell’hotspot 1750 migranti

A Lampedusa la situazione è sempre più critica, con l’hotspot che in questo momento ospita più di 1700 persone. Per le cattive condizioni meteo gli sbarchi rallentano: Il rimorchiatore Asso 30 oggi ha sbarcato al molo commerciale di Lampedusa solo 17 subsahariani, tra cui una donna e 6 minorenni.
A cura di Annalisa Cangemi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Emergenza immigrazione

La situazione dell'hotspot di Lampedusa si fa sempre più critica, dopo l'impennata di arrivi dei giorni scorsi. La capienza massima del centro è di 250 posti, che in condizioni di emergenza possono arrivare al massimo a 1.500. Ma da questa mattina la struttura ospita 1.750 migranti, 1.500 all'interno e 250 che si trovano nel piazzale davanti all'entrata. "Le condizioni nella struttura non possono essere dignitose, con questi numeri è impossibile", hanno raccontato all'Adnkronos i soccorritori.

Gli ultimi 200 naufraghi rimasti tutta la notte sul molo Favaloro di Lampedusa sono stati trasferiti all'alba nel piazzale dell'hotspot. Fino a ieri mattina presto ad attendere sul molo c'erano circa 700 migranti, mentre nel centro di contrada Imbriacola c'erano inizialmente mille persone. Poi un primo gruppo di 300 è stato portato a bordo della nave quarantena Allegra. Altri 200 migranti invece sono saliti sul traghetto di linea Sansovino, verso Porto Empedocle. Altri 500 in attesa sul molo erano stati portati nella giornata di ieri all'hotspot, e rimanevano così senza collocazione gli ultimi 200 migranti, che hanno trascorso la notte all'aperto.

"Ancora 200 persone migranti hanno passato la notte sul molo Favaloro a Lampedusa in condizione igieniche indescrivibili e con i servizi igienici inutilizzabili, costretti ad urinare in bottiglie di plastica. Governo dei migliori… Vergogna – ha denunciato il parroco di Lampedusa Carmelo La Magra – Continuare a chiamare emergenza un fenomeno che si ripete allo stesso modo per decenni serve solo a deresponsabilizzare la politica. ‘Buoni' e ‘cattivi' continuano a parlare di#migranti ma nessuno sembra proporre soluzioni concrete".

Sull'isola c'è oggi un forte vento, che sta concedendo una tregua per gli arrivi, ma che ha impedito fino ad ora l'attracco dei traghetti che trasferiranno parte dei migranti in Sicilia. Stasera un altro gruppo di 80 migranti dovrebbe essere imbarcato sul traghetto in direzione Porto Empedocle, e da lì dovrebbero poi essere trasferiti a Ragusa. Domani mattina, se le condizioni meteo lo permetteranno, altre 200 persone saranno portate sempre a Porto Empedocle, per andare poi con molta probabilità ad Augusta.

Gli sbarchi non si fermano

Oggi dovrebbe arrivare sulla maggiore delle Pelagie una seconda nave quarantena. Un rinforzo è necessario visto che gli arrivi non si sono arrestati. Il rimorchiatore Asso 30 oggi ha sbarcato al molo commerciale di Lampedusa 17 subsahariani, fra cui una donna e 6 minori. Il gruppo di migranti era stato rintracciato a circa 16 miglia a Sud dell'isola a bordo di una imbarcazione che è stata lasciata alla deriva. Dopo gli accertamenti sanitari le persone sono state accompagnate al centro d'accoglienza.

"Ieri pomeriggio i migranti si sono arrampicati su un'installazione petrolifera alta più di noi. Legando i jeans tra loro sono saliti e nel pomeriggio (i libici ndr) mi hanno chiamato per recuperarli". È quando ha raccontato in esclusiva al giornale Radio Rai il comandante del rimorchiatore Asso 30, che ha aggiunto: "Erano 17 in tutto, di cui sette minorenni e una donna. Vengono da Nigeria, Ghana, Gambia, Liberia. Saranno partiti sei mesi fa da casa. I libici ti avvisano perché la Guardia costiera libica in certi punti non arriva, e nel momento in cui sono a bordo io sono costretto a portarli in Italia. Sarà la quarta operazione che faccio da dicembre. A febbraio ne presi 350 e li portai a Porto Empedocle. C'erano donne, neonati, bambini".

Alarm Phone: "Persi i contatti con 75 migranti"

Ieri il call center per i migranti in difficoltà Alarm Phone aveva segnalato la presenza di una barca con 75 migranti, a Sud di Malta. Ma di queste persone la piattaforma umanitaria non ha più notizie: "Dalle 2 di notte non abbiamo più contatti. La nave ‘Amanda F' aveva ricevuto ordine di monitorare". Ma proprio in quelle ore il gruppo sarebbe stato soccorso dalle unità maltesi, secondo quanto riporta il ‘Times Malta'.

276 contenuti su questa storia
Migranti, undici sbarchi nella notte a Lampedusa: 1.200 persone nell'hotspot
Migranti, undici sbarchi nella notte a Lampedusa: 1.200 persone nell'hotspot
Migranti, due salvataggi in poche ore per Sea Watch: "Sei ustionati a bordo, tre sono bambini"
Migranti, due salvataggi in poche ore per Sea Watch: "Sei ustionati a bordo, tre sono bambini"
Migranti, 100 persone in difficoltà vicino a Malta. Alarm Phone: "Soccorretele ora"
Migranti, 100 persone in difficoltà vicino a Malta. Alarm Phone: "Soccorretele ora"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni