Il padre di un'alunna avrebbe aggredito e picchiato, ieri pomeriggio, un bidello dell'istituto comprensivo Domenico Scinà a Palermo. È ancora tutta da chiarire la vicenda che ieri ha tenuto in apprensione dirigenti, insegnanti operatori scolastici, genitori e alunni della scuola situata al Villaggio Santa Rosalia nel capoluogo siciliano. Il genitore è andato a scuola insieme alla moglie e avrebbe aggredito l'operatore perché avrebbe molestato la figlia. Un vero e proprio blitz, molto violento, raccontano, quanti hanno assistito, tanto che è stato necessario l’intervento dei sanitari del 118. “Il bidello non riusciva più ad alzarsi”, racconta una mamma di un’alunna che si trovava nei pressi della scuola.
Indagano gli agenti della polizia che si sono intrattenuti fino a tarda sera con i docenti nella stanza della preside. Come detto, pare che il padre della giovane studentessa si sia recato a scuola perché la figlia gli avrebbe rivelato di aver ricevuto più di qualche attenzione dall’operatore scolastico.
Ieri la scuola era aperta per alcuni corsi pomeridiani. "Stiamo valutando quanto successo – dice la preside – Stiamo cercando di comprendere cosa sia accaduto".