La voragine nel parcheggio dell'Ospedale del Mare di Napoli.
in foto: La voragine nel parcheggio dell’Ospedale del Mare di Napoli.

Sono state ripristinate l'aria e l'acqua calda all'ospedale del Mare, nosocomio di Ponticelli, periferia orientale di Napoli, dopo che lo scorso 8 gennaio, l'enorme voragine che si era aperta nel parcheggio dell'ospedale, aveva danneggiato le condutture e quindi compromesso le forniture di acqua e aria in tutto il nosocomio. "I lavori sono terminati, stiamo monitorando il funzionamento dell'impianto a regime sia per l'acqua calda che per la temperatura delle stanze. Attualmente le forniture raggiungono tutti i reperti dell'ospedale, ma stiamo continuando a controllare la situazione per essere sicuri che tutto funzioni stabilmente. A breve restituiremo l'area alla Procura che ce l'ha gentilmente dissequestrata proprio per questi lavori urgenti" ha dichiarato Ciro Verdoliva, direttore generale dell'Asl Napoli 1 Centro, nel corso dell'audizione convocata dalla V Commissione consiliare regionale, nella quale il direttore ha illustrato proprio l'attuale situazione dell'ospedale del Mare.

La grossa voragine che, all'improvviso, ha inghiottito una grossa fetta del parcheggio del nosocomio partenopeo, lo scorso 8 gennaio, come detto aveva danneggiato le forniture di aria e acqua calda dell'ospedale: per circa tre settimane, i sanitari sono stati costretti ad utilizzare dei termoventilatori per riscaldare la struttura e a scaldare l'acqua su fornetti da campo. Oggi, per fortuna, la situazione è tornata alla normalità. L'enorme voragine aveva costretto la dirigenza dell'ospedale del Mare ad evacuare anche il Covid Center, la struttura utilizzata per ospitare i pazienti Covid paucisintomatici, ovvero con una sintomatologia non grave, che non potevano trascorrere il periodo di isolamento, per i più svariati motivi, nelle loro abitazioni.