Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Si fingeva rider ma in realtà era un truffatore. Nonostante avesse infatti con sé anche uno zaino per il food delivery, era in realtà solo l'ennesima persona che approfittando della buona fede delle persone ha provato a sottrarre beni economici, in questo caso gioielli, ad un'anziana signora. Il fatto è avvenuto nel quartiere napoletano collinare del Vomero, su via Pietro Castellino: la lunga arteria che collega la Zona Ospedaliera a Piazza Medaglie d'Oro, attraversando il Rione Alto.

Il modus operandi del truffatore è stato quello già visto in altri casi simili. Prima una telefonata a casa della vittima prescelta, in questo caso una 84enne del Vomero, fingendo di essere il nipote ed avvisando l'anziana che di lì a poco sarebbe arrivato un corriere, con un pacco da ritirare per lui e che andava pagato. L'uomo, subito dopo, ha raggiunto l'abitazione della donna, che non si era insospettita di nulla. Ma lungo la strada, ha incrociato una pattuglia dei carabinieri, che notando il suo atteggiamento particolarmente sospetto hanno deciso di seguirlo.

Arrivato a destinazione, l'uomo ha quindi finto di dover consegnare un pacco a nome del nipote, chiedendo soldi. All'anziana, che non disponeva della cifra, aveva quindi chiesto dei gioielli in cambio. Ma a quel punto i carabinieri, senza più ulteriori dubbi, lo hanno fermato e bloccato. Il finto corriere, truffatore di 53 anni, è risultato essere un soggetto già noto alle forze dell'ordine per reati specifici, originario del quartiere Sanità. L'uomo, dopo le formalità di rito, è stato portato ai domiciliari, in attesa di giudizio: deve risponde di truffa ai danni di un anziano, rischiando in caso di condanna dai due ai sei anni di reclusione.