84 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Vomero, Casa della Socialità ancora chiusa: il murale di Jorit coperto dai rifiuti

L’assegnazione del bene bloccata sui controlli amministrativi delle due associazioni che si sono candidate. La rabbia dei comitati: struttura abbandonata.
A cura di Pierluigi Frattasi
84 CONDIVISIONI
Foto di Gennaro Capodanno, comitato Valori Collinari
Foto di Gennaro Capodanno, comitato Valori Collinari

È chiusa da 7 anni la Casa della Socialità in via Verrotti, nella V Municipalità Vomero-Arenella. L'inaugurazione era prevista prima dell'estate 2023, ma, nonostante gli annunci, l'edificio che dovrebbe essere destinato ad attività sociali per il quartiere, non ha ancora aperto i battenti ed è abbandonato al degrado. Il murale di Ilaria Cucchi realizzato dallo street artist Jorit è coperto dai rifiuti ingombranti, mentre sui muri esterni cresce l'erbaccia. Scrivanie, poltrone e altre suppellettili sono accatastate sul marciapiedi in strada, proprio davanti all'opera d'arte, andando a coprire la scritta "orgoglio".

I comitati civici parlano di struttura abbandonata: "Siamo a metà maggio – commenta Gennaro Capodanno, del comitato Valori Collinari, che segue da anni quest'emblematica vicenda – e, nonostante gli impegni e le promesse passate, sin qui sempre disattesi, l'inaugurazione della "Casa della socialità", la struttura realizzata dal Comune di Napoli in via Verrotti, nel quartiere Arenella, che rischia di passare alla storia come "eterna incompiuta", appare sempre più come un miraggio mentre negli ultimi tempi, anche attraverso i mass media, si sono sprecate le proposte per un diverso utilizzo dei locali".

Bloccata l'assegnazione della Casa della Socialità

Ma perché la Casa della Socialità è ancora chiusa? Il tema dell'assegnazione della Casa della Socialità è stato trattato nel corso nella IV Commissione Consiliare, Scuola, Politiche educative, Politiche giovanili e Sport della V Municipalità.

Il Comune negli scorsi mesi ha lanciato un bando di gara al quale hanno aderito due associazioni: APS Agenzia per la Promozione dei Giovani e APS La Casa di Matteo. La questione si è arenata sulle verifiche amministrative, quelle relative ad esempio alla regolarità dei versamenti dei tributi. Il Comune ha spiegato che al momento, la prima associazione è stata esclusa e i controlli si stanno facendo sulla seconda, e che "in attesa dei necessari riscontri e delle inevitabili verifiche, non si può ancora procedere all’assegnazione al secondo classificato", aggiungendo che si è "in attesa che la situazione si chiarisca. Nel caso in cui non fosse possibile l’assegnazione, il bando sarà considerato deserto e dovremo procedere con un nuovo bando". I consiglieri di Municipalità hanno chiesto chiarimenti su tutto l'iter del bando.

84 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views