Vasto incendio nella serata di ieri a Polla, nel Salernitano, dove ha bruciato un impianto di stoccaggio dei rifiuti. Le fiamme si sono propagate tra sabato 1 e domenica 2 agosto all'interno della struttura e si sono originate per cause non note e in corso d'accertamento. A dare l'allarme sono stati proprio i dipendenti dell'impianto, che hanno chiamato il Numero Unico delle Emergenze 112 e chiesto l'intervento dei vigili del fuoco.

I vigili del fuoco a Polla hanno lavorato tutta la notte

Sul posto sono intervenuti i pompieri del distaccamento di Sala Consilina, con il supporto delle squadre di Eboli, che hanno lavorato tutta la notte nel tentativo di domare le fiamme ed estinguere il rogo, scongiurando che si propagasse nell'area circostante, provocando ulteriori conseguenze. Le balle di rifiuti hanno bruciato a lungo, sprigionando fumo e odore acre nella zona circostante. I vigili del fuoco sono riusciti a spegnere completamente l'incendio solo stamattina, dopo ore d'intenso lavoro.

Treni in ritardo fino a circa due ore

Presenti per gli accertamenti necessari al caso i carabinieri di competenza territoriale. Sono in corso le indagini per ricostruire l'accaduto, per stabilire la natura del rogo e capire cosa lo abbia provocato. Le persone in strada hanno immortalato le spaventose immagini delle fiamme che brillavano nella notte, riprendendole con gli smartphone e pubblicando i video sui social network. Inevitabili le ripercussioni sulla viabilità, in particolare, sulle corse dei treni diretti a Salerno, che hanno riportato ingenti ritardi, fino a 100 minuti.