Tentato furto nella notte al Mav, il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, nella provincia di Napoli: ignoti hanno forzato la porta d'ingresso della struttura, ma non sono riusciti a portare via nulla. Quanto accaduto al Mav è stato fermamente condannato dal sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, che su Facebook ha scritto: "Quanto è accaduto al Mav di Ercolano la scorsa notte è sconcertante. Dei delinquenti hanno provato ad introdursi nel Museo. Un'azione ignobile, provare a rubare in un luogo della cultura significa provare a sottratte ad una comunità la propria anima. Spero che gli incivili che hanno attaccato il nostro museo siano assicurati al più presto alla giustizia".

Il primo cittadino di Ercolano, nel suo intervento sui social network, prosegue: "Come ho ribadito al Presidente Vicinanza e al direttore del museo Cacciola, quanto accaduto la scorsa notte non ferma la nostra azione. L’Amministrazione sta facendo un grande investimento per installare la recinzione e per garantire maggiore sicurezza e dignità ad un luogo straordinario come il Museo Archeologico Virtuale". "Continueremo ad investire in cultura – ha concluso Buonajuto – perché in questo momento l'istruzione e la bellezza rappresentano le armi più potenti che abbiamo a disposizione per riscattare il nostro territorio. La criminalità in ogni sua forma non vincerà".

Solidarietà al Mav di Ercolano è arrivata anche dalla Rete Vesuviana di Solidarietà Diffusa Arev: "Abbiamo, appena, appreso da notizie di stampa di un tentativo di rapina o furto, non si è esattamente compreso, ai danni del Mav. In ogni caso, anche una mera scalfitura delle mura rappresenterebbe una violazione intollerabile a quel Presidio (Materiale e non solo Virtuale) di Cultura, Testimonianza nonchè attrattore turistico che il Mav (Museo Archeologico Virtuale di Ercolano) oggi rappresenta per il Territorio vesuviano, e non solo" ha scritto il presidente Aldo Avvisati.