Troppi incidenti mortali sulle strade di Napoli. Da via Petrarca, a via Ghisleri, a via Fratelli Cervi, a Viale della Resistenza, sono tante le vie della città dove soprattutto di sera e nel fine settimana si verificano scontri tra veicoli o investimenti. Il Comune di Napoli adesso vara un piano anti-incidenti: dossi, sistemi di rallentamento anche sonori e limiti di velocità a 30 chilometri orari. Proprio su via Ghisleri a Scampia, nello scorso weekend hanno perso la vita due giovani: Gennaro Iattarelli di 31 anni e Alessandro Parisi di 41, entrambi di Secondigliano. Stamattina, l'assessore alla Viabilità del Comune, Marco Gaudini, ha voluto effettuare un sopralluogo sulle strade più pericolose della città, tra cui via Petrarca, via Fratelli Cervi e via Ghisleri, Viale della Resistenza, accompagnato dal Reparto Infortunistica Stradale della Polizia Municipale, guidato dal comandante Antonio Muriano, e dai tecnici della viabilità.

Piano anti-incidenti in Prefettura

Il Comune sta lavorando ad un piano per la progettazione di una serie di interventi volti a ridurre il rischio di incidenti stradali, che a breve sarà inviato all'Osservatorio per la Sicurezza Stradale della Prefettura. I sopralluoghi di stamattina hanno interessato anche luoghi della città, di competenza della Municipalità 8, scenario di tragici incidenti. In relazione a quest'ultima problematica, gli uffici centrali della Servizio Viabilità e Traffico, diretti dall’Ingegner Giuseppe D’Alessio e la Unità Operativa Infortunistica Stradale, coordinata dal Capitano Antonio Muriano, hanno fornito diretto supporto all'ufficio competente della Municipalità 8, concordando degli interventi da attuare.

Dossi e rallentatori nelle strade della morte

Le strade analizzate sono via Ghisleri, dove nel fine settimana si è registrato un incidente con 2 vittime, e via Fratelli Cervi, strade dove sono frequenti i superamenti del limite di velocità presente sulla strada. Per queste due strade sarà previsto il rifacimento completo della segnaletica orizzontale e verticale, l'installazione di sistemi di rallentamento ad effetto ottico e acustico/vibratorio e il ripristino dei dossi di rallentamento della velocità.

Nel corso della mattinata, il gruppo si è spostato su viale della Resistenza, asse viario dove si registrano continuamente comportamenti non rispettosi delle norme di circolazione stradale. Per questa strada, il Servizio Viabilità e Traffico, con il supporto dell'Unità Operativa Infortunistica Stradale, predisporrà nei prossimi giorni un piano di interventi di rafforzamento della segnaletica stradale che interesserà tutta la strada e che prevederà la riduzione del limite massimo di velocità a 30 chilometri orari, la riprogettazione di tutte le intersezioni con le relative canalizzazioni, l'istituzione di un ulteriore attraversamento pedonale in corrispondenza dell'intersezione con via Galileo Galilei, l'installazione di sistemi di rallentamento a effetto ottico e acustico/vibratorio in corrispondenza di tutti gli attraversamenti pedonali.

Infine, l'attenzione si è spostata su via Petrarca, dove sono in corso i lavori di riparazione della balaustra sul tratto della curva panoramica, danneggiata a seguito di un incidente stradale. Nel corso del sopralluogo sono concordati gli ultimi dettagli del piano di interventi predisposto dal Servizio Viabilità e Traffico e dalla Unità Operativa Infortunistica Stradale che sarà a breve trasmesso all'Osservatorio per la Sicurezza Stradale della Prefettura.

“La giornata odierna è stata proficua e costruttiva e ha visto i Servizi dell'amministrazione lavorare sinergicamente e attivamente per la risoluzione di problematiche di sicurezza stradale, commentano Gli Assessori Gaudini e Clemente, si sta approntando un piano che interessa diverse zone nevralgiche della nostra città, in prosecuzione del lavoro messo in campo con Osservatorio per la Sicurezza Stradale della Prefettura, al fine di migliorare la sicurezza stradale ed un complessiva riqualificazione di questi luoghi”.