17 Giugno 2022
12:38

Spari in pizzeria contro un 28enne dopo una lite: arrestato un 32enne a Gragnano

Arrestato un 32enne di Salerno, avrebbe aperto il fuoco contro un giovane in pizzeria a Gragnano lo scorso 16 maggio. Una lite precedente il movente degli spari.
A cura di Giuseppe Cozzolino
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Arrestato un 32enne di Salerno per la sparatoria dello scorso 16 maggio all'interno di una pizzeria di Gragnano, nel Napoletano. L'uomo aveva cercato di uccidere a colpi di pistola un 28enne del posto con il quale aveva avuto una lite. Questa mattina, al termine di indagine durate un mese, l'uomo è stato arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Torre Annunziata dai militari dell'Arma della Compagnia di Castellammare di Stabia.

La vicenda del 16 maggio

La vicenda è accaduta la notte dello scorso 16 maggio all'interno di una pizzeria di Gragnano dove si trovava un giovane incensurato, originario della vicina cittadina di Sorrento. Attorno alle 23, un altro entrò all'interno del locale ed ha aperto il fuoco contro di lui, ferendolo alla gamba destra con due colpi di pistola, per poi darsi alla fuga. Secondo gli inquirenti, l'uomo avrebbe tentato di ucciderlo e non solo di ferirlo: sul posto erano giunti poco dopo i Carabinieri della Stazione di Gragnano assieme ai colleghi della sezione operativa di Castellammare di Stabia, oltre al personale medico-sanitario del 118 per le cure del caso.

Subito escluso l'agguato

Dopo i primi soccorsi, il personale delle ambulanze giunte sul posto avevano poi accompagnato il ragazzo in ospedale al San Leonardo di Castellammare di Stabia: le sue condizioni non erano gravi, ma venne pure ricoverato all'interno del nosocomio stabiese. Le indagini scartarono subito la pista dell'agguato, visto che il giovane era incensurato e lontano da ambienti criminali, tanto che si parlò da subito di una possibile lite precedente come motivo della sparatoria.

Napoli, rapina in pizzeria: spari in aria davanti ai clienti terrorizzati
Napoli, rapina in pizzeria: spari in aria davanti ai clienti terrorizzati
Picchia lo zio e lo arrestano: esce dopo 12 ore e prende a pugni anche la madre, di nuovo in manette
Picchia lo zio e lo arrestano: esce dopo 12 ore e prende a pugni anche la madre, di nuovo in manette
Mangia al ristorante del lido e non paga, poi minaccia di morte il gestore col pugnale:
Mangia al ristorante del lido e non paga, poi minaccia di morte il gestore col pugnale: "Sono del clan"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni