Domani riaprono le scuole fino alla prima media in tutta la Campania, o quasi: molti sindaci hanno infatti optato per ordinanze ad hoc che rinviano la riapertura alla didattica in presenza, prorogando quella a distanza per periodi di tempo più o meno lunghi a seconda delle singole esigenze. Nelle scorse ore anche l'assessore regionale all'istruzione della Campania, Lucia Fortini, aveva escluso la possibilità di misure più restrittive per quanto riguarda la didattica in presenza, almeno per il momento. Da domani, dunque, con qualche eccezione, si torna in classe fino alla prima media.

I capoluoghi di provincia (Napoli, Salerno, Caserta, Avellino e Benevento) al momento non hanno rimandato alcunché: per gli studenti dei rispettivi capoluoghi, dunque, si tornerà in classe regolarmente a partire da domani. Diversa invece la situazione nelle varie province. In provincia di Caserta, non riapriranno le scuole di Parete in questa settimana, mentre ad Alife la chiusura alla didattica in presenza è prorogata fino al 21 aprile. Chiusi nel Casertano anche gli istituti di Portico di Caserta, Villa Literno e Trentola Ducenta. In provincia di Avellino, scuole chiuse a Serino, Avella, Montemiletto, Santa Lucia di Serino e Montecalvo Irpino. Nel Salernitano, prorogata la didattica a distanza a Sarno, Cava de' Tirreni, Postiglione e Montesano sulla Marcellana. Nel Sannio, infine, scuole chiuse a Durazzano, Morcone, Airola, San Marco dei Cavoti, Castelpagano e Pannarano. Stessa situazione anche a Santa Maria La Carità, in provincia di Napoli. Tutti gli altri studenti, dunque, dovranno tornare nei loro banchi di scuole, dagli asili alla prima media.