Era andato a rubare le batterie dai compattatori Asia con la sua automobile, ma per non farsi identificare aveva smontato le targhe: in questo modo, aveva pensato, nel caso fosse stato ripreso dalle telecamere le forze dell'ordine non avrebbero potuto rintracciarlo. Non aveva però pensato che sarebbero state esaminate anche le immagini registrate nelle strade vicine, quelle che lui aveva attraversato prima di mettere in pratica quel "trucchetto".

A finire denunciato un 45enne di Scampia, già noto alle forze dell'ordine. Le indagini, condotte dai carabinieri della stazione locale, erano state avviate in seguito a un furto avvenuto nel distretto B5 di Scampia, nell'area nord di Napoli: un uomo si era introdotto nell'autorimessa della Asia e aveva rubato le batterie di due autocompattatori. L'area è videosorvegliata, quindi i militari dalle registrazioni hanno ricavato le prime immagini del ladro e della sua automobile. Hanno notato, però, che non c'erano le targhe. Impossibile, quindi, risalire al proprietario della vettura tramite i database.

I carabinieri hanno confrontato le immagini con quelle registrate dagli altri sistemi di videosorveglianza del distretto e hanno individuato un'altra automobile identica con un solo uomo a bordo che si aggirava tra quelle strade nella fascia oraria del furto. In questi altri video le targhe erano ancora al loro posto. I militari hanno potuto così individuare l'automobile, hanno raggiunto l'abitazione del 45enne e hanno accertato che si trattava della stessa persona che era stata ripresa durante il furto; l'uomo è stato denunciato e sono in corso indagini per verificare l'eventuale coinvolgimento in altri episodi del genere.