515 CONDIVISIONI
11 Novembre 2021
13:32

Ristoranti, bar, alberghi: quali sono i Locali Storici di Napoli

Il 13 novembre 2021 ricorrerà la I Giornata dei Locali Storici d’Italia: ecco quali sono bar, ristoranti e alberghi storici a Napoli.
A cura di Valerio Papadia
515 CONDIVISIONI

È stata scelta la data del 13 novembre 2021 per celebrare la I Giornata nazionale dei Locali Storici d'Italia. Le celebrazioni della prima giornata dedicata a questi locali – si tratta di bar, ristoranti, alberghi che hanno fatto, appunto, la storia nel loro settore – implicheranno molte iniziative messe in campo proprio all'interno di questi locali, che aderiscono all'Associazione Locali Storici d'Italia, patrocinata dal Ministero dei Beni Culturali, che organizza appunto l'evento. Ma quali sono a Napoli i Locali Storici? Il capoluogo campano ne conta ben sette: Fabbrica di cioccolato Gay Odin; Ristorante Pizzeria Mattozzi; Ristorante Umberto; Gran Caffè Gambrinus; Ristorante La Bersagliera; Ristorante Locanda del Cerriglio; Grand Hotel Parker's.

I Locali Storici a Napoli

Conosciamo, nel dettaglio, quali sono i Locali Storici presenti a Napoli, che come detto sono sette tra ristoranti, alberghi e bar.

Fabbrica di cioccolato Gay Odin

Fondata nel 1894 dal confettiere piemontese, di origini svizzere, Isidoro Odin e dalla moglie Onorina Gay, la sede storica della famosa cioccolateria napoletana sorge in via Vetriera, nel cuore del quartiere Chiaia, ma attualmente ci sono numerosi punti vendita dislocati in tutta la città. I dolci di Gay Odin furono amati anche dal poeta e scrittore irlandese Oscar Wilde durante una sua visita a Napoli nel 1897.

Ristorante Pizzeria Mattozzi

Nato nel 1833, il locale è stato frequentato nel tempo da molti artisti e personaggi influenti, da Giuseppe Marotta al presidente Alcide De Gasperi. Il ristorante sorge in piazza Carità, affacciato su via Toledo, nel centro storico di Napoli.

Ristorante Umberto

Si ritorna a Chiaia, precisamente in via Alabardieri, la soglia della zona oggi nota come "baretti", per il ristorante Umberto, fondato nel 1916 da don Umberto, appunto, da cui prende il nome. All'interno del ristorante è possibile rimirare la sala anni Trenta nella quale il noto matematico Renato Caccioppoli – che abitava poco distante, a Palazzo Cellammare in via Chiaia – riuniva i maggiori intellettuali dell'epoca.

Gran Caffè Gambrinus

Non ha bisogno di presentazioni il Gambrinus, forse il bar più famoso di Napoli, che sorge dove via Chiaia, piazza Trieste e Trento e piazza del Plebiscito si incontrano, nel cuore della città. Fondato nel 1890, il Gran Caffè ha ospitato tutte le personalità più influenti delle rispettive epoche: Benedetto Croce, Oscar Wilde, Gabriele D'Annunzio, Ernest Hemingway, Jean-Paul Sartre, solo per citarne alcuni. In parte trasformato in banca nel periodo fascista, è tornato ai suoi antichi fasti negli anni Cinquanta, grazie alla famiglia Sergio, che lo gestisce tuttora.

Ristorante La Bersagliera

Fondato nel 1919 da Donna Emilia, il ristorante sorge all'ombra del Castel dell'Ovo, nel suggestivo Borgo Marinari. Oltre ad ospitare, anch'esso, scrittori, registi e politici, il ristorante è apparso anche in vari film, come ad esempio "Viaggio in Italia" di Roberto Rossellini, datato 1954.

Ristorante Locanda del Cerriglio

Questo locale sorge nell'omonima via del Cerriglio, a due passi da Sedile di Porto e da piazza Bovio, ancora nel cuore della città: è probabilmente uno dei più antichi di Napoli, visto che è stato fondato addirittura nel 1288. Proprio all'uscita del locale, ai tempi una taverna, il 24 ottobre 1609, il pittore Caravaggio venne assalito e sfregiato. Chiuso nel 1885 durante il Risanamento, il ristorante è stato recuperato soltanto nel 2014 con l'antica sala e l'antica cantina sotterranea.

Grand Hotel Parker's

Il viaggio tra i Locali Storici di Napoli si conclude dove è iniziato, a Chiaia, precisamente in corso Vittorio Emanuele, all'angolo con via Torquato Tasso, dove sorge il Grand Hotel Parker's. Fondato nel 1870, in pieno stile Liberty – come molte costruzioni a Napoli – l'hotel ospita sulla sua terrazza anche il noto George Restaurant, locale insignito di una stella Michelin.

515 CONDIVISIONI
Bar e pizzerie di Avellino decimate dal Covid: chiusi per contagi diversi locali in città
Bar e pizzerie di Avellino decimate dal Covid: chiusi per contagi diversi locali in città
Bar e pizzerie di Avellino decimate dal Covid: chiusi diversi locali in città per contagi
Bar e pizzerie di Avellino decimate dal Covid: chiusi diversi locali in città per contagi
A Montesarchio quasi 300 casi Covid, il sindaco chiude alle 22 bar, pizzerie e locali
A Montesarchio quasi 300 casi Covid, il sindaco chiude alle 22 bar, pizzerie e locali
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni