Il muretto di Pulcinella è tornato al suo posto. Il caratteristico parapetto sul lungomare di Napoli, nella curva che porta verso Santa Lucia, il Castel dell'Ovo e il Borgo Marinari, è stato ricostruito. Il muretto, denominato di Pulcinella perché lì vi era solito sedersi un simpatico signore vestito con gli abiti tradizionali della maschera partenopea, fotografato da turisti ma anche dai cittadini, era stato quasi completamente distrutto dalla violenta mareggiata che ha colpito via Partenope e tutto il lungomare di Napoli nella serata del 28 dicembre del 2020.

A pubblicare, sui social, una fotografia del muretto ricostruito, che si affaccia sul mare scuro, di sera, illuminato del riflesso delle luci sull'acqua, è stata Alessandra Clemente, assessore ai Giovani del Comune di Napoli. "Sopralluoghi notturni. Terminato il rifacimento del tratto di lungomare distrutto dalla mareggiata" ha scritto l'assessore a corredo della fotografia.

Nella serata del 28 dicembre scorso, le forti raffiche di vento e la pioggia intensa provocarono a Napoli, ma anche in altri tratti delle coste campane, una violenta mareggiata. Sul lungomare partenopeo, la forza distruttrice del mare spazzò via qualsiasi cosa: non soltanto il muretto di Pulcinella, come detto quasi completamente distrutto, ma anche molti ristoranti della zona, soprattutto in via Partenope, subirono ingenti danni; la mareggiata, infatti, spazzò via i dehors che molti dei locali avevano allestito per il giorno dopo, distruggendo strutture, ombrelloni, tavolini e sedie e provocando danni per centinaia di migliaia di euro agli esercenti, già pesantemente colpiti dalla crisi derivata dalla pandemia.