Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Alimenti conservati male, in pessime condizioni igienico-sanitarie, e privi delle indicazioni di tracciabilità e provenienza prescritte dalla legge: 80 chili di carne e salumi sono stati sequestrati un supermercato, un negozio adibito alla vendita di generi alimentari, sito a Qualiano, nella provincia di Napoli. L'operazione è stata condotta dai carabinieri della locale stazione, dai carabinieri del Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) e del Nil (Nucleo ispettorato del lavoro) di Napoli, unitamente al personale dell'Asl di Pozzuoli.

Nell'ambito dei controlli, i militari dell'Arma hanno scoperto anche che il titolare dell'attività commerciale aveva manomesso il contatore dell'energia elettrica, riuscendo così a risparmiare illecitamente circa 2mila euro sui consumi: l'uomo è stato così denunciato per furto di energia elettrica alla competente Autorità Giudiziaria. I carabinieri hanno anche scoperto, all'interno del negozio, anche 4 lavoratori in nero: il titolare è stato così multato complessivamente per 18mila euro, mentre l'attività è stata temporaneamente chiusa per consentire all'uomo di adeguarsi alle prescrizioni imposte dalle legge.

Nella vicina Giugliano in Campania, invece, i carabinieri della stazione di Varcaturo hanno controllato i campi rom della città, in particolare quello che sorge in via Carrafiello: al termine delle operazioni, i militari dell'Arma hanno sequestrato 8 automezzi utilizzati dalle persone residenti nell'accampamento, elevando sanzioni pecuniarie per un totale di 10mila euro. I carabinieri hanno anche denunciato un uomo per guida senza patente.