Raid notturno nella scuola Mastriani di via Poggioreale a Napoli, dove i ladri hanno rubato computer e videoproiettori destinati ai bambini fragili che fanno le lezioni da casa con la Didattica a Distanza (DaD) a causa della pandemia del Coronavirus. Il blitz è avvenuto nel cuore della notte. Alcuni ladri si sono introdotti nella notte nella scuola agendo indisturbati nonostante le inferriate alle finestre e le telecamere che li hanno ripresi. Stamattina l'amara scoperta: trafugati i PC e videoproiettori che la scuola conservava nelle aule per la didattica a distanza rivolta ai ragazzi fragili. Prontamente intervenuti i carabinieri con la scientifica che stanno investigando grazie alle immagini riprese dalle telecamere per cercare di identificare gli autori del furto.

L'assessore Palmieri: "Atto ignobile"

"Una ennesima ferita alla scuola – commenta l'assessore comunale all'Istruzione, Annamaria Palmieri – questa volta a farne le spese sono i bambini e le bambine della comunità educante dell'IC Mastriani di via Poggioreale. La scuola Mastriani è un presidio di legalità, e questo atto ignobile è un’ offesa all’impegno e al lavoro che quotidianamente essa fa per includere anche i più deboli. Poggioreale è un quartiere popoloso e centrale che però ha tanti problemi, come le periferie, ed è vergognoso che qualcuno si accanisca contro chi tutti i giorni combatte per dare un presente e un futuro migliore ai più piccoli. L'intera comunità cittadina deve fare proprio il nostro sentimento di indignazione. Non è immaginabile lucrare con beni destinati alle scuole e lo sdegno collettivo può potenziare la rete di protezione, quando gli strumenti classici -inferriate e telecamere- non bastano".