63 CONDIVISIONI

Perde un rene dopo l’operazione, clinica napoletana condannata a risarcire 210mila euro

Un uomo napoletano ha ottenuto un risarcimento dalla clinica in cui si era sottoposto ad un intervento per la rimozione di calcoli renali: l’organo era stato irrimediabilmente compromesso.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Nico Falco
63 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Una clinica napoletana è stata condannata a risarcire con 210mila euro un paziente che, dopo una operazione chirurgica per la rimozione dei calcoli renali, ha avuto lesioni tali da rendere necessaria l'asportazione dell'organo. L'uomo si era sottoposto all'intervento, considerato di routine, che era stato svolto apparentemente senza complicazioni, e dopo un breve ricovero era stato dimesso.

Il paziente, però, aveva cominciato ad accusare dei dolori lancinanti che in breve lo avevano portato a tornare al Pronto Soccorso. In ospedale i medici si erano accorti che il rene aveva riportato dei danni irreparabili. Nonostante i tentativi di ripristinare le funzionalità, l'occlusione di una arteria aveva provocato un infarto renale e quindi reso necessaria la rimozione dell'organo.

L'uomo aveva sporto denuncia ipotizzando un caso di malasanità e si era affidato allo Studio Associati Maior, composto dagli avvocati Michele Francesco Sorrentino, Pierlorenzo Catalano e Filippo Castaldo, insieme al medico-legale Marcello Lorello (coadiuvati in questo caso da uno specialista in nefrologia). Le cartelle cliniche, si legge nel comunicato diffuso dai legali, avevano poi "rivelato una grave negligenza nella gestione operatoria, causando l'infarto renale e la successiva nefrectomia", elemento su cui si è fondata la richiesta risarcitoria che è stata poi approvata.

63 CONDIVISIONI
Violenta la sua ex in un casolare nel Napoletano: arrestato 12 anni dopo all'aeroporto di Capodichino
Violenta la sua ex in un casolare nel Napoletano: arrestato 12 anni dopo all'aeroporto di Capodichino
Emanuele Giovannini muore a 38 anni dopo operazione per perdere peso: disposta l'autopsia, tre medici indagati
Emanuele Giovannini muore a 38 anni dopo operazione per perdere peso: disposta l'autopsia, tre medici indagati
Abusi sessuali su 3 bimbi, 59enne condannato: 9 anni e 8 mesi e 10mila euro ai genitori
Abusi sessuali su 3 bimbi, 59enne condannato: 9 anni e 8 mesi e 10mila euro ai genitori
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views