893 CONDIVISIONI
25 Ottobre 2021
15:00

L’orario di Un Posto al Sole finisce in Parlamento: c’è una interrogazione del Movimento 5 Stelle

Il possibile cambio di orario della storica soap opera di Rai Tre “Un posto al sole” arriva addirittura in Parlamento, sotto forma di interrogazione parlamentare al presidente del Consiglio Mario Draghi. L’autore è Luigi Iovino, 28 anni, giovane deputato napoletano eletto col Movimento Cinque Stelle.
A cura di Ciro Pellegrino
893 CONDIVISIONI

Spostare o no, l'orario di inizio della soap opera Un Posto al Sole, la più longeva della storia della tv italiana, di recente arrivata al quarto di secolo? Da anni in onda alle 20.45, oggi Upas – trasmessa da Rai Tre – potrebbe essere anticipata nella fascia tardo- pomeridiana, quella delle ore 18.30.

Le vicende di palazzo Palladini sono state prese a cuore da Luigi Iovino, 28 anni, parlamentare del Movimento Cinque Stelle che sulla questione ha depositato un'interrogazione nientepopodimeno che al presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi. Il parlamentare classe 93 ha a cuore le sorti della produzione Rai-Freemantle, definita «appuntamento di riferimento per tantissime famiglie italiane; una delle produzioni di maggiore successo realizzata dalla storica sede Rai di Napoli, oltre che la più longeva della nostra tv di Stato» ed ha timore che col cambio dell'orario subisca «un'inevitabile crisi di ascolti».

Scrive il parlamentare Iovino, chiedendo a Draghi un «whatever it takes» per Raffaele il simpatico portiere, Guido l'allegro vigile urbano e per il perfido Roberto Ferri:

La Rai non è un'azienda privata- e non può non tener conto del gradimento di tantissimi spettatori fidelizzati alla fiction, né si può rischiare di minare una produzione che da oltre un quarto di secolo rappresenta uno zoccolo duro nel palinsesto di Rai 3, per sostituirla con un talk il cui gradimento non è affatto scontato.

Sostengo pienamente la linea portata avanti in questi giorni dalle sigle sindacali  secondo cui un'eventuale crisi della fiction rischierebbe di assestare un colpo fatale agli studi Rai di viale Marconi, senza dimenticare quanto, in termini di immagine, ‘Un posto al sole' impatti da anni positivamente sull'indotto locale, rilanciando il ‘prodotto Napoli' in termini di attrattività turistica. Elementi di cui il consiglio di amministrazione della Rai non può assolutamente non tenerne conto.

893 CONDIVISIONI
Procida 2022, set d'estate: si girano Un Posto al Sole e Mina Settembre
Procida 2022, set d'estate: si girano Un Posto al Sole e Mina Settembre
Silvestri (M5s): "No al termovalorizzatore a Roma, la scelta di Gualtieri vecchia e dannosa"
Silvestri (M5s): "No al termovalorizzatore a Roma, la scelta di Gualtieri vecchia e dannosa"
103.602 di Fanpage.it Roma
Elezioni francesi, Conte: "M5S distante da Le Pen". Ma rifiuta endorsement per Macron
Elezioni francesi, Conte: "M5S distante da Le Pen". Ma rifiuta endorsement per Macron
467.164 di Marco Billeci
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni