Approfittano del funerale di una donna di 85 anni per entrarle in casa, e occuparla abusivamente. Ma al ritorno dei parenti della donna, che hanno trovato gli abusivi, è scoppiata una rissa sedata solo dal pronto intervento della polizia: il tutto è accaduto nel Rione Ferrovia di Benevento, nel cuore del capoluogo sannita. Protagonisti della vicenda due operai provenienti da Cambobasso che hanno scardinato materialmente la porta d'ingresso, ed una giovane madre di tre figli che invece aveva occupato l'appartamento vero e proprio.

La vicenda è avvenuta nella giornata di ieri, quando si sono svolti i funerali di una donna di 85 anni del posto. I parenti si sono recati a darle l'ultimo saluto, mentre nel frattempo in casa dell'anziana succedeva di tutto. Prima sono arrivati i due operai da Campobasso, un 54enne ed un 20enne, che hanno scardinato la porta blindata permettendo alla giovane madre di tre bambini di 8, 6 ed 1 anno, di occuparne l'abitazione. Ma al ritorno dei parenti della donna deceduta, è scoppiato il putiferio: giunti infatti a casa dell'anziana, vi hanno trovato gli abusivi. Circa trenta persone, tutti parenti dell'anziana donna, hanno provato a linciare gli occupanti, costringendo prima il personale della polizia municipale e poi i carabinieri ad intervenire per evitare il peggio. I due operai molisani, padre e figlio di 54 e 20 anni, sono stati denunciati oltre che per occupazione abusiva anche per essere giunti da Campobasso, e dunque da fuori regione, senza autorizzazione violando il DPCM attualmente in vigore, e per questo multati per 400 euro a testa, ma anche per aver guidato un'automobile risultata sprovvista di assicurazione, per la quale è scattato il sequestro assieme agli arnesi da scasso.