Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Incredibile scoperta all'alba di questa mattina, al Porto di Salerno, dove gli agenti della Polizia di Frontiera Marittima, diretti dal vice questore aggiunto Giuliana Postiglione, hanno sorpreso 26 migranti stipati in un container su una nave, attraccata nello scalo della città campana proprio all'alba di oggi e proveniente dalla Turchia. Per fortuna, le condizioni di salute di tutti i migranti sono buone, nonostante gli inquirenti pensano siano rimasti chiusi nel container per oltre tre giorni: la nave, infatti, è partita dal Porto di Aliaga nella serata di lunedì ed è arrivata a Salerno, come detto, soltanto oggi. Dei 26 clandestini, 20 sono maggiorenni (si tratta di 8 uomini e 12 donne), mentre gli altri 6 sono minorenni (si tratta di una ragazza e 5 ragazzi): i maggiorenni, secondo la prassi, saranno respinti a bordo della stessa imbarcazione con la quale sono arrivati, mentre i minorenni saranno affidati ai servizi sociali del Comune di Salerno.

Gli agenti della Polizia di Frontiera Marittima, in collaborazione con gli uomini della Capitaneria di Porto di Salerno, stanno completano le procedure di identificazione dei 26 migranti, che nelle ore, come prevedono le normative anti-Covid, saranno sottoposti a tampone per individuare eventuali casi di positività. Il comandante della nave turca, invece, è stato multato e denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Lo scorso novembre, a Benevento invece, nove migranti furono sorpresi nascosti in un tir. Il mezzo pesante fu intercettato sulla Statale Telesina dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Benevento: i nove migranti erano nascosti nella cella frigorifera del tir. Il conducente del camion, un 64enne di origine bulgara, fu arrestato con l'accusa di traffico di esseri umani.