674 CONDIVISIONI
Stefano Ansaldi morto suicida a Milano
20 Dicembre 2020
9:24

Ginecologo napoletano ucciso a Milano, la cantante Nancy: “Grazie ad Ansaldi è nata mia figlia Giulia”

Proseguono le indagini sull’omicidio di Stefano Ansaldi, il ginecologo di 65 anni ucciso a Milano in quella che pare una rapina. Il medico, originario di Benevento, aveva lo studio a Napoli. Molto stimato e apprezzato, tra le sue pazienti c’era anche la neomelodica Nancy: è stato grazie a lui che ha potuto avere la figlia Giulia, dice la cantante, ancora sgomenta per la morte. Il governatore De Luca: “Siano trovati i responsabili”.
A cura di Nico Falco
674 CONDIVISIONI
Ginecologo Stefano Ansaldi con la cantante Nancy
Ginecologo Stefano Ansaldi con la cantante Nancy
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Stefano Ansaldi morto suicida a Milano

Un bravo medico, un uomo buono. Così le tante pazienti ricordano Stefano Ansaldi, il ginecologo di 65 anni ucciso a Milano sabato 19 dicembre in circostanze tutte da appurare: lo hanno trovato agonizzante alcuni passanti, l'arma del delitto, un coltello, era stata abbandonata a pochi metri. Originario di Benevento, dove era nato il 10 aprile 1955, Ansaldi viveva a Napoli e aveva lo studio in centro, in piazza Cavour.

Quando si è diffusa la notizia della morte in tanti hanno voluto affidare un ricordo ai social. Ed è un coro univoco: un professionista capace e sempre disponibile, preparato e con uno spiccato lato umano che gli aveva consentito di entrare in sintonia con le pazienti, che spesso si erano rivolte a lui per problemi anche molto delicati. Tra queste anche la cantante neomelodica Nancy Coppola, che è stata seguita da Ansaldi nel tentativo di portare avanti una gravidanza. Ed è stato proprio grazie a lui, dice l'artista, che è nata la figlia Giulia.

"Come si può morire così? un grande uomo, un grande professionista, il migliore – scrive la cantante napoletana, ricordando il medico ucciso e pubblicando una foto che li ritrae abbracciati – l'unico che mi ha saputa curare quando dopo l'Isola non riuscivo a restare incinta. Quando poi è nata Giulia l'ho abbracciato piangendo perché grazie a lui avevo avuto la mia bimba. Un uomo che ha fatto tanto per tante mamme e penso che come me tante di voi lo state piangendo. Io non ci posso pensare. Sto male. Non vi dimenticherò più, dottore. Avete fatto tanto per me. Mi chiamavate Nancyna. Spero che vi sarà fatta giustizia. Siete e resterete il miglior ginecologo in assoluto".

Il governatore De Luca: "Trovare i responsabili"

Condoglianze alla famiglia per la terribile perdita arrivano anche dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca: "Esprimo il mio cordoglio e la vicinanza alla famiglia di Stefano Ansaldi, il ginecologo campano ucciso brutalmente a Milano per una rapina. Ferma condanna dell'episodio e piena fiducia nelle indagini che accerteranno quanto è accaduto e individueranno i responsabili".

674 CONDIVISIONI
20 contenuti su questa storia
Ginecologo morto a Milano: per il consulente della famiglia non è stato suicidio, ma omicidio
Ginecologo morto a Milano: per il consulente della famiglia non è stato suicidio, ma omicidio
Ginecologo morto a Milano, il mistero di uno sconosciuto nello studio: i parenti chiedono si indaghi
Ginecologo morto a Milano, il mistero di uno sconosciuto nello studio: i parenti chiedono si indaghi
Caso Ansaldi, il ginecologo morto a Milano: ipotesi suicidio, si va verso l'archiviazione
Caso Ansaldi, il ginecologo morto a Milano: ipotesi suicidio, si va verso l'archiviazione
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni