66 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Maestre aggredite dai genitori a Napoli, nella scuola di Chiaiano arrivano carabinieri e ambulanza

La denuncia dei sindacati: “Maestre aggredite a scuola a distanza di 24 ore. Qui entra chiunque e non bastano i controlli”.
A cura di Pierluigi Frattasi
66 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Due dirigenti scolastiche aggredite dai genitori nella scuola comunale di Chiaiano. Attimi di tensione e paura nell'istituto della scuola d'infanzia Scaglione e dell'asilo nido "Mary Poppins", in via Compagnone, a Napoli, con insulti e aggressioni alle maestre. Tanto da determinare l'intervento dei carabinieri e dell'ambulanza del 118, che ha soccorso le due responsabili della Scuola Scaglione e del Nido. Si tratta di due episodi distinti, il primo avvenuto giovedì 25 gennaio scorso, con una maestra aggredita dalla mamma 22enne di una bimba, accompagnata dalla nonna 40enne. Il secondo il giorno dopo, con un'altra insegnante assalita dal papà di un'altra bimba, che voleva ritirare la figlia dalla scuola, ma era stato fermato all'ingresso dai bidelli che gli avevano chiesto le credenziali, in quanto non lo conoscevano.

"Maestre aggredite a scuola a distanza di 24 ore"

A denunciare l'accaduto sono i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fp del Comune di Napoli, che adesso chiedono di rafforzare la sicurezza nell'istituto, a seguito degli ultimi recenti episodi di violenza contro il personale docente. "Il primo si è verificato nella mattinata di giovedì 25 gennaio – scrivono i sindacati nella nota – una mamma ha aggredito verbalmente con parole offensive e di minaccia, urlando a squarciagola contro la responsabile della scuola, che è stata costretta a chiedere l'intervento delle Forze dell'Ordine e ricorrere alle cure mediche del 118".

A scatenare la rabbia della mamma potrebbero essere state state divergenze sul metodo educativo e incomprensioni. La dirigente scolastica aveva rassicurato già in precedenza la genitrice che nella scuola tutto si è sempre svolto correttamente. La mamma, tuttavia, si sarebbe presentata, in compagnia della nonna, nella giornata di giovedì, tentando di aggredire la responsabile. Mentre la maestra tirata in causa avrebbe accusato un malore. Per fortuna, l'intervento dei carabinieri e dell'ambulanza del 118 è stato provvidenziale ed è stata riportata la calma. L'episodio è stato segnalato alla VIII Municipalità che poi ha contattato la mamma per rassicurarla sulla correttezza dell'attività didattica.

Il secondo episodio, scrivono i sindacati, si è verificato a distanza di 24 ore, nel primo pomeriggio di venerdì, "all'uscita dei bambini, e poco prima dell'open day – l'incontro tra insegnanti e genitori – che ha visto protagonista la Responsabile del Nido Mary Poppins, aggredita verbalmente e minacciata da un papà". In questo caso, come detto, sembra che il genitore si fosse recato a scuola per chiedere chiarimenti in merito ai metodi educativi, ma a scatenare la reazione del papà sarebbe stato il fatto che i bidelli lo abbiano fermato per chiedergli chi fosse, in quanto non lo conoscevano. Alcune maestre presenti si sarebbero avvicinate per provare a calmarlo, venendo però, invece, aggredite. Anche su questo episodio è intervenuta la Municipalità.

"Serve più sicurezza, qui entra chiunque"

I sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fp del Comune di Napoli "condannano fermamente l'accaduto ed esprimono totale solidarietà alle colleghe. Chiediamo all'Amministrazione un tavolo permanente, finalizzato a prevenire tali episodi". Tra le richieste avanzate, quella di potenziare la sicurezza dell'istituto, che sorge all'interno del Centro Nestore, dove si trovano anche un centro per anziani e un centro sportivo. I sindacati "denunciano la scarsa sicurezza dei luoghi di lavoro". Tra le altre cose, ci sarebbero due cancelli all'ingresso rotti e citofoni non funzionanti: "Qui entra chiunque e non bastano i controlli".

66 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views