Sul Lungomare di Napoli tra la folla di San Valentino senza mascherina anti-Covid19. Sono 11 le persone sanzionate perché senza mascherina dagli agenti della Polizia Municipale di Napoli nelle ultime 24 ore in via Partenope. I controlli si sono concentrati anche sui ristoranti, presi d’assalto ieri, complice anche la giornata di sole, nonostante le temperature molto basse e prossime allo zero. Tre ristoranti sono stati sanzionati per il mancato rispetto del distanziamento ai tavoli, perché a pranzare c’erano più di 4 persone non conviventi o perché aperti oltre l’orario consentito. Altre 54 sanzioni sono state elevate in città, invece, dai carabinieri, che hanno beccato anche 3 studenti Erasmus in strada di notte, nonostante il coprifuoco, senza motivo.

Sanzionati anche i fiorai di San Valentino

Colpiti dalle sanzioni anche i fiorai di San Valentino. Su 44 controlli effettuati dagli agenti della Polizia Municipale di Napoli, 19 fiorai sono stati multati per varie violazioni amministrative. Ci sono stati anche 11 sequestri di merce ai fiorai ambulanti abusivi. Nonostante le normative anti-Covid19, i napoletani hanno voluto onorare la festa degli innamorati. Sabato, code davanti alle gioiellerie nella centralissima via Toledo. Ieri, caos traffico durante quasi tutto l’arco della giornata. Attorno ad ora di pranzo c’erano lunghe code d’auto sia nelle principali strade del centro storico, come via Foria, che sulla Tangenziale di Napoli, con file alle uscite del Vomero e di Fuorigrotta. A sera, stesso scenario. Letteralmente paralizzate dal traffico Mergellina e piazza Sannazaro.

Controlli a tappeto dei carabinieri

Nella giornata di ieri sono state 54 le sanzioni complessivamente contestate in città, molte di queste a persone che non indossavano la mascherina. Tra le violazioni al coprifuoco quella commessa da 3 studenti stranieri, in città per il progetto Erasmus. I carabinieri della stazione di Borgoloreto hanno ricevuto una segnalazione dalla centrale operativa per della musica ad alto volume che proveniva da un seminterrato di Via Gasparrini, dove era in corso verosimilmente una festa. Quando i militari sono arrivati sul posto – erano le 2 circa – un gruppo di ragazzi si è dileguato. A rimanere in strada 2 ventenni spagnoli e una ragazza belga. Non hanno saputo giustificare la loro presenza in strada oltre l’orario consentito e sono stati multati.

In provincia oltre 2mila verifiche

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha rafforzato anche in questo fine settimana, contraddistinto dalle concomitanti festività di San Valentino e Carnevale, il dispositivo dei controlli del territorio volti a monitorare il rispetto delle misure anti-covid.Potenziata soprattutto nel capoluogo la presenza del Corpo, a seguito anche delle intese assunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, in particolare in via Partenope, in piazza Plebiscito, in via Chiaia, in via Toledo, a Calata Trinità Maggiore, Piazza del Gesù, Decumani e al Vomero. In totale, tra venerdì e domenica, sono state controllate su tutta la provincia 2027 persone e 297 attività commerciali, 51 le sanzioni complessive. Cittadini trovati in strada durante il coprifuoco oppure senza i dispositivi di protezione individuale o a consumare cibi e bevande all’interno di bar, queste le principali violazioni registrate; e poi altre situazioni illecite tipicamente d’interesse delle Fiamme Gialle, come gioco d’azzardo, contrabbando di sigarette, contraffazione, spaccio di sostanze stupefacenti.

Più in dettaglio, nel quartiere Secondigliano, nel corso di un controllo presso un internet point, il 2° Nucleo Operativo Metropolitano ha sequestrato una videoslot non collegato alla rete telematica sanzionando il titolare per la mancata affissione della tabella dei giochi oltre che per violazioni anti Covid.

Inoltre, tra Sorrento, Saviano, Palma Campania, San Vitaliano e Sant’Antimo sono stati sanzionati 14 esercizi commerciali perché non esponevano all’ingresso dei locali indicazioni riportanti il numero massimo di persone ammesse ad accedere contemporaneamente. A Capri sanzionati il titolare di una palestra più 2 persone, disposta la chiusura provvisoria.

A Pozzuoli e Casavatore sanzionati 3 bar perché alcuni avventori non indossavano la mascherina o consumavano all’interno oltre l’orario consentito. Inoltre, da evidenziare, tra le situazioni illecite di diretta competenza delle Fiamme Gialle, un intervento della Compagnia di Pozzuoli che a Licola ha sequestrato in un’abitazione nel corso di una perquisizione d’iniziativa una borsa contenente 12 panetti di hashish, per un totale 1,2 kg, 7 involucri di cellophane in sottovuoto pari a quasi 100 grammi di cocaina, un bilancino, un taglierino e 1.135 euro in contanti. Tratti in arresto due responsabili, nei cui confronti oggi si celebrerà il rito direttisimo.

La Compagnia di Giugliano in Campania, a Mugnano di Napoli, ha sequestrato 5,6 kg. di t.l.e. di contrabbando ad un cittadino di nazionalità italiana, denunciato a piede libero. Infine, la Compagnia di Casalnuovo di Napoli ha effettuato presso un deposito di Somma Vesuviana, il sequestro di 3520 costumi di carnevale privi del marchio ‘CE’ nei confronti di un cittadino di nazionalità italiana.