260 CONDIVISIONI
video suggerito
Campi Flegrei

Terremoto a Napoli, oggi nuova scossa ai Campi Flegrei. Musumeci: “Domani vertice con Meloni”

260 CONDIVISIONI

Pesante sciame sismico ai Campi Flegrei, iniziato nella serata di lunedì 20 maggio e in atto ancora oggi, martedì 21 maggio. La scossa di terremoto più energetica di magnitudo 4.4 alle ore 20,10, la più forte negli ultimi 40 anni, dopo la crisi bradisismica degli anni Ottanta, preceduta di poco da un'altra scossa di 3.5 e seguita da altre scosse di 3.9 e 3.6. L'epicentro è stato localizzato in zona Solfatara, profondità 3 km. Sgomberati 13 edifici, evacuate 39 famiglie, caduti cornicioni e crepe negli edifici rilevate dai Vigili del Fuoco. Movimenti franosi in zona Arco Felice. Oggi scuole chiuse a Pozzuoli, Bacoli, Quarto, Monte di Procida, in alcuni quartieri di Napoli, nella zona occidentale e in altri comuni flegrei. Convocato in Prefettura il tavolo di emergenza. Questa mattina in conferenza stampa il sindaco metropolitano, Gaetano Manfredi, ha spiegato che allo stato attuale "gli studiosi ci dicono che una scossa di magnitudo superiore a 5 non è possibile". E annuncia che domani le scuole della città di Napoli saranno regolarmente aperte. Domani vertice a Roma con la premier Giorgia Meloni: lo annuncia il ministro della Protezione Civile Musumeci.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
23:01

È finito lo sciame sismico iniziato ieri: è durato più di 24 ore, 168 terremoti registrati

Si è concluso soltanto in serata lo sciame sismico iniziato alle 19.51 di ieri, che ha provocato forti scosse nei Campi Flegrei, tra cui quella di magnitudo 4.4, la più forte registrata dal 1980 ad oggi. A comunicarlo è l'Osservatorio Vesuviano, che ne ha dato notizia alle amministrazioni comunali coinvolte nella caldera del supervulcano: come rende noto l'organismo dell'Ingv che studia i vulcani partenopei, nei Campi Flegrei, in oltre 24 ore di durata dello sciame sismico, si sono verificati 168 terremoti di magnitudo compresa tra lo zero e, appunto, 4.4, evento di massima intensità.

A cura di Valerio Papadia
22:29

Il ministro Sangiuliano in visita a Pozzuoli dopo le scosse: "Priorità è tutelare le persone"

Anche il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, accompagnato dal prefetto di Napoli Michele di Bari, nel tardo pomeriggio di oggi ha fatto visita al sindaco di Pozzuoli Gigi Manzoni, dopo le forti scosse che hanno segnato la serata di ieri nei Campi Flegrei. Nel fare il punto della situazione, il ministro Sangiuliano ha ribadito come la priorità del governo e delle istituzioni sia quella di tutelare l'incolumità e la salute della cittadinanza. "Non bisogna avere fretta – ha detto il ministro -. O meglio, c'è urgenza, ma non bisogna mettere in secondo piano la qualità delle valutazioni e degli interventi da mettere in campo".

Per il prefetto Michele di Bari "c'è fretta di effettuare tutti gli accertamenti necessari sugli edifici. Il nostro scopo è quello di creare le condizioni, in sicurezza, affinché la popolazione possa entrare quanto prima nelle proprie abitazioni".

A cura di Valerio Papadia
20:05

A Pozzuoli salgono a 33 gli edifici evacuati, 46 le famiglie che hanno dovuto lasciare casa

Stando all'ultimo aggiornamento diffuso dal sindaco di Pozzuoli Gigi Manzoni, salgono a 33 gli edifici in città che sono stati sgomberati a causa delle forti scosse di terremoto che si sono registrate ieri nei Campi Flegrei. In totale, dunque, sono 46 i nuclei familiari che hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni; circa 80 persone sono alloggiate presso il Palatrincone, il palazzetto dello sport nel quartiere Monteruscello.

"Alle ore 19, sono 762 le segnalazioni ricevute. 168 i sopralluoghi effettuati, 37 i tecnici impegnati" ha detto il sindaco Manzoni. Restano attive, a Pozzuoli, le 5 aree allestite per ospitare le persone che hanno deciso di lasciare le proprie case e ricevere assistenza.

A cura di Valerio Papadia
18:54

Nuova scossa nei Campi Flegrei alle 18.30, sciame sismico in corso da quasi 24 ore

Immagine

Torna a tremare la terra nei Campi Flegrei: lo sciame sismico iniziato nella serata di ieri, che ha prodotto forti scosse, tra cui la più intensa degli ultimi 40 anni, di magnitudo 4.4 della scala Richter, non si è ancora concluso e dura ormai da circa 24 ore. Dopo un pomeriggio di relativa calma, una nuova scossa più intensa, di magnitudo 1.6, si è registrata nei Campi Flegrei intorno alle 18.30 ed è stata avvertita dalla popolazione, che ora teme il ripetersi di eventi energici come quelli di ieri sera.

A cura di Valerio Papadia
18:32

Il sindaco di Pozzuoli sulle prove di evacuazione del 30 e 31 maggio: "Se emergenza sarà rientrata, le faremo"

All'indomani delle forti scosse che ieri hanno fatto tremare la terra nei Campi Flegrei e gettato nell'ansia e nella paura la popolazione, il sindaco di Pozzuoli Gigi Manzoni, città epicentro della caldera e la più colpita dai terremoti, ha tenuto nel pomeriggio odierno una conferenza stampa per informare la cittadinanza e fare il punto della situazione. Proprio sulla paura generata dalle scosse nella popolazione, il sindaco puteolano ha dichiarato: "Il 30 ed il 31 maggio erano in programma delle simulazioni di evacuazioni. Ora ahimè stiamo affrontando una emergenza di fatto. Se la situazione rientrerà, le prove le faremo lo stesso, sono consapevole che la popolazione va informata sempre di più".

A cura di Valerio Papadia
17:00

Come segnalare le case danneggiate al Comune di Pozzuoli

Il Comune di Pozzuoli ha messo a disposizione un numero di telefono, 0818551229, per la segnalazione di eventuali danni all'interno e all'esterno delle abitazioni a seguito delle forti scosse di terremoto. Gli altri numeri utili sono quelli della centrale operativa della Protezione civile, 08118894400, e del Comando di Polizia municipale di Pozzuoli, 0818551891. Il sindaco di Pozzuoli, Manzoni chiede «di essere sintetici e soprattutto precisi nelle segnalazioni, che dovranno contenere nome, cognome, numero telefonico, indirizzo e numero civico del fabbricato per cui si richiede la verifica».

A cura di Ciro Pellegrino
16:42

Marisa Laurito: "Con i terremoti nervi a fior di pelle, serve più sicurezza"

Immagine

Anche la popolare attrice napoletana Marisa Laurito parla delle forti scosse di terremoto che ieri hanno fatto tremare la terra nei Campi Flegrei. Laurito, intervenuta nel corso della trasmissione di Rai Radio 1 "Un giorno da pecora", ha dichiarato: "Non ho sentito niente perché ero al piano terra di un palazzo ma la situazione è disperante, c'è gente fuori di casa, è un casino, i nervi saltano quando ci sono così tante scosse in continuazione. Una marea di miei amici ha dormito in ufficio o dai parenti, non è una bella situazione, c'è bisogno di un minimo di sicurezza, vanno trovate delle case dove queste persone possono andare a vivere".

A cura di Valerio Papadia
16:18

Iniziate le verifiche tecniche di agibilità sulle case colpite dal terremoto. Anche psicologi per gli sfollati

Immagine

Nelle zone del bradisismo flegreo che ieri hanno subìto le potenti scosse sono iniziate questa mattina le verifiche tecniche da parte delle squadre di ingegneri della protezione civile regionale specializzate, già in possesso del "patentino Aedes", ossia l'abilitazione a compilare gli strumenti utilizzati nei contesti post-sismici.

Le verifiche vedono un coordinamento delle attività del sistema di Protezione Civile composto da Dipartimento Nazionale, Vigili del Fuoco, Regione Campania e Comune di Pozzuoli presso il Centro Operativo Comunale dove i Vigili del Fuoco hanno istituito un Posto di comando avanzato.

Spiega la Regione Campania:

I controlli avverranno anche all’interno delle abitazioni su richiesta dei cittadini attraverso il Centro operativo comunale. Non si tratta, infatti, delle analisi di vulnerabilità che rientrano nelle attività di prevenzione, ma di verifiche di agibilità post-evento.
Al termine dei sopralluoghi, il sistema di Protezione civile valuterà il livello di scenario secondo la attuale Pianificazione bradisismica.
La Regione sin dalle prime ore è stata vicina al Comune di Pozzuoli e si attivata allestendo, d'intesa con il Comune, le tende, le brandine , le sedie e i gazebo necessari alla primissima accoglienza.
Complessivamente sono stati attivati, fino ad ora, 200 volontari tra cui anche gli psicologi dell'emergenza.

A cura di Ciro Pellegrino
15:58

Parla De Luca: "Credo che situazione si sia stabilizzata. Ma nessuno può dare certezze"

Ieri Vincenzo De Luca era a Pozzuoli per monitorare la situazione subito dopo le prime forti scosse. Stamattina, da Caserta, ha continuato a parlare della situazione bradisismo:

Credo che la situazione si sia abbastanza stabilizzata, ovviamente senza raccontarci frottole. È chiaro che siamo di fronte a un problema rispetto al quale nessuno può dare certezze, però, per i dati che abbiamo oggi a disposizione, credo che la situazione si sia stabilizzata

Ieri arrivavano le valutazioni tecniche, ma eravamo in una situazione abbastanza tranquilla, nel senso che ci si diceva da parte delle strutture tecniche che lo sciame sismico tendeva a sgonfiarsi. Così poi è stato. Abbiamo avuto qualche altro episodio, ma non abbiamo avuto picchi drammatici.

E sugli ospedali della zona, competenza regionale:

Per quanto riguarda le strutture sanitarie non abbiamo problemi, né a Pozzuoli, né all'ospedale San Paolo di Napoli.

Questa mattina eravamo impegnati a fare un controllo in due residenze sanitarie assistite per anziani che sono collocate quasi vicino alla Solfatara per garantire che non ci siano danni strutturali.

A cura di Ciro Pellegrino
15:41

Situazione aggiornata a Pozzuoli: sciame sismico con 149 scosse, 19 stabili sgomberati, 398 famiglie allontanate

«Lo sciame sismico è ancora in corso. Con l'ultimo aggiornamento delle 11:30 le scosse registrate sono state 149». Lo comunica il sindaco di Pozzuoli, Luigi Manzoni, in un post su Facebook. «Stiamo cercando di allestire altre aree di attesa, sono stati sgomberati 18 fabbricati, abbiamo allontanato per precauzione 39 nuclei familiari, abbiamo al momento 300 segnalazioni di possibili criticità».

Continua Manzoni nella sua informativa: «I nostri tecnici hanno effettuato complessivamente 102 interventi. È stato evacuato il carcere femminile, restano chiuse le scuole, il cimitero comunale e il mercato ittico all'ingrosso. Restano attive le aree di attesa del Palatrincone, del lungomare di via Napoli, di Piazza a Mare, del rione Toiano, largo palazzine e il parco urbano parcheggio C9. Abbiamo tende, brandine, bagni chimici, sedie, gazebo e tutto l'occorrente per gestire al meglio la situazione. e».

A cura di Ciro Pellegrino
14:02

Scuole chiuse anche domani 22 maggio a Pozzuoli

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Scuole chiuse anche domani a Pozzuoli. Lo ha annunciato in conferenza stampa il sindaco del comune dell'area dei Campi Flegrei, Gigi Manzoni, che ha anche spiegato: «Con il bradisismo, ci piaccia o no, dobbiamo convivere. Come? Incrementando la resilienza, mitigando e prevedendo i rischi, e proseguendo sull'azione che dovevamo iniziare e che abbiamo iniziato da mesi».

A cura di Giuseppe Cozzolino
13:56

Campi Flegrei, domani vertice a Roma con la premier Giorgia Meloni

Immagine

Il ministro Nello Musumeci (Protezione Civile) ha annunciato per domani un vertice a Roma con la premier Giorgia Meloni per "programmare eventuali ulteriori interventi da parte del governo" dopo le recenti scosse sismiche nei Campi Flegrei. "Sono in costante contatto con il presidente del Consiglio Giorgia Meloni che segue sin da ieri sera la situazione nei Campi Flegrei", ha spiegato Musumeci, aggiungendo che "domani pomeriggio lo stesso premier presiederà un apposito vertice interministeriale a Palazzo Chigi, per programmare eventuali ulteriori interventi da parte del governo, dopo quelli già promossi e in corso di attuazione con il decreto legge dell'ottobre scorso".

A cura di Giuseppe Cozzolino
13:39

IT-Alert e i Campi Flegrei: perché il cellulare ieri non ha segnalato il terremoto?

IT-Alert, il sistema della Protezione Civile per inviare notifiche in caso di emergenza ci è noto per una serie di test avvenuti nei mesi scorsi. Dal 13 febbraio 2024 IT-Alert è attivo per una serie di casi che comprendono l’attività vulcanica nelle aree dei Campi Flegrei. Perché allora non si è attivato la sera di lunedì 20 maggio quando c'è stato il terremoto magnitudo 4.4? Fanpage.it ha spiegato che il sistema di allerta si occupa di determinati fenomeni e per ragioni ben precise. Dunque alla base del "silenzio" di ieri sui nostri cellulari non c'è un malfunzionamento ma una strategia ben precisa di Protezione civile.

A cura di Ciro Pellegrino
13:20

Alle 14 vertice a Pozzuoli, alle ore 18 di nuovo il punto col prefetto sulla situazione Campi Flegrei

Immagine

La giornata istituzionale è frenetica, dopo il pesante sciame sismico – ancora in atto – ai Campi Flegrei. A Roma la Protezione civile tiene aperto il tavolo di monitoraggio, idem a Napoli alla Protezione civile Campania. I Coc, i centri operativi comunali, aperti a Napoli, Bacoli, Quarto, Pozzuoli. Oggi il prefetto Michele Di Bari ha tenuto un punto-stampa alle 9.30, poco dopo ha fatto lo stesso il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per una parte della notte è stato a Pozzuoli, epicentro dei terremoti bradisismici avvertiti in tutta la caldera flegrea. Alle ore 14 di oggi il sindaco di Pozzuoli Luigi Manzoni incontrerà la stampa e parlerà del piano di evacuazione e degli sfollati. In serata, alle 18 , altro incontro consuntivo col prefetto napoletano.

Il dipartimento della Protezione civile nazionale spiega:

sono state allestite nella notte 5 aree di attesa a Pozzuoli e un'area di accoglienza al Palatrincone di Monterusciello, dove hanno dormito 80 persone. Aree di attesa allestite anche a Bacoli.

I sopralluoghi hanno portato finora allo sgombero di 13 edifici e all'evacuazione di 39 famiglie. L'attività dei tecnici prosegue con l'arrivo di ulteriori squadre messe a disposizione da Vigili del Fuoco e ordini professionali.

A cura di Ciro Pellegrino
12:17

Il sindaco di Napoli: "Impossibile scossa di magnitudo superiore a 5 ai Campi Flegrei"

Il sopralluogo di Manfredi
Il sopralluogo di Manfredi

«Gli studiosi ci dicono che una scossa di magnitudo superiore a 5 non è possibile», dice il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi in conferenza stampa. Manfredi ha anche dichiarato che domani le scuole saranno regolarmente aperte a Napoli.

Per il sindaco di Napoli e ingegnere civile, spiega:

Dobbiamo in tutti i modi evitare che la normale paura, una paura assolutamente comprensibile, una preoccupazione concreta e reale, si trasformi in panico. Per far questo dobbiamo necessariamente informare i cittadini, e noi cerchiamo di farlo nella maniera più ampia possibile.
Dobbiamo tutti insieme essere capaci di fare una comunicazione corretta e non allarmistica, e dobbiamo lavorare per convivere con questa situazione di bradisismo.

«Noi ora parliamo di garantire una viabilità scorrevole così che quando c'è un evento sismico e la gente ha paura, se decide di scendere in auto non trova la strada interrotta» dice ancora Manfredi, rispondendo a una domanda relativa alle vie di fuga. Il tema è «la gestione della viabilità e dunque anche controllare che non ci siano cantieri che ostruiscano la circolazione e avere una task force di polizia municipale e polizia stradale che intervenga subito quando ci sono eventi significativi che spongono la gente a muoversi».

A cura di Ciro Pellegrino
11:05

Unità di Crisi Campi Flegrei: "Sgomberati 13 edifici, evacuate 39 famiglie"

Immagine

L'Unità di crisi terremoto ai Campi Flegrei, convocata a Roma dalla serata di ieri, ha comunicato alle ore 10.15 di oggi, 21 maggio, che sono state allestite nella notte cinque aree di attesa a Pozzuoli e un'area di accoglienza al Palatrincone di Monterusciello, dove hanno dormito 80 persone. Delle aree di attesa sono state allestite anche a Bacoli.

"I sopralluoghi hanno portato finora allo sgombero di 13 edifici e all'evacuazione di 39 famiglie. L'attività dei tecnici prosegue con l'arrivo di ulteriori squadre messe a disposizione da Vigili del Fuoco e ordini professionali".

A cura di Pierluigi Frattasi
10:58

Nuova scossa alle 10,49. Lo sciame sismico ai Campi Flegrei non è finito

Immagine

Nuova scossa ai Campi Flegrei alle ore 10,49 di oggi, martedì 21 maggio 2024, ad una profondità attualmente stimata di 1 km, registrata dai sismografi dell'Osservatorio Vesuviano Ingv, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La magnitudo è stata stimata al momento in 1.6. L'Ingv non ha ancora comunicato la chiusura dello sciame sismico iniziato alle ore 19,51 di ieri, che ha avuto il sisma più energetico di magnitudo 4.4 alle ore 20,10, il più forte degli ultimi 40 anni. Lo sciame, quindi, è ancora in corso.

Nell'ultimo bollettino dell'Ingv, pubblicato alle ore 5,28 di questa mattina, l'istituto ha spiegato che:

Dalle ore 19.51 locali (17:51 UTC) del 20/05/2024 è in corso uno sciame sismico nell’area Campi Flegrei.
All’orario di emissione del presente Comunicato (ore 5.28) sono stati rilevati in via preliminare 136 terremoti con magnitudo Md ≥ 0.0 e una magnitudo massima Md = 4.4 ± 0.3.

Entro 3/6 ore seguirà ulteriore aggiornamento in funzione dell’evoluzione del fenomeno.
Ulteriori informazioni sul sito web dell'INGV Osservatorio Vesuviano

A cura di Pierluigi Frattasi
10:29

Trasferite le detenute del carcere femminile di Pozzuoli

Immagine

Carcere femminile di Pozzuoli, trasferite le detenute dalla struttura penitenziaria, a rischio poiché in piena area sismica. Il prefetto di Napoli, Michele Di Bari, incontrando i giornalisti per gli ultimi aggiornamenti sullo sciame sismico, spiega: «Per motivi del tutto precauzionali, si stanno trasferendo in altra sede le detenute di alcune sezioni del carcere femminile di Pozzuoli per mettere in sicurezza la struttura». Sul posto ci sono bus e blindati della Polizia Penitenziaria e vasto spiegamento di forze dell'ordine per il trasferimento delle detenute.

«Tutta la situazione è monitorata – dice ancora il prefetto – al momento non si registrano danni, ma è stato necessario procedere in questo senso perché se vengono giù calcinacci c'è la necessità di fare le opportune verifiche».

A cura di Ciro Pellegrino
10:19

Come hanno trascorso la notte i cittadini di Pozzuoli

“Meglio passare la notte in strada che a casa": Fanpage.it ha trascorso le ore notturne con i cittadini che hanno deciso di lasciare le loro abitazioni e di utilizzare le strutture messe a disposizione dalla Protezione civile. "Ho deciso di approfittare di questa occasione perché conoscendo le condizioni del mio palazzo è meglio optare per una nottata in strada invece che rischiare" una delle voci raccolte dai nostri microfoni.

A cura di Marco Piscitelli
10:10

Sigilli ad una palazzina di via Pisacane, evacuate tutte le famiglie

I sigilli esterni alla palazzina. Foto Luca Leva / Fanpage.it
I sigilli esterni alla palazzina. Foto Luca Leva / Fanpage.it

Sigilli ad una palazzina di via Carlo Pisacane, nel cuore di Pozzuoli: i tecnici sono al lavoro per capire la stabilità del palazzo. Alcuni residenti spiegano a Fanpage.it che si sono staccati diversi marmi dalle scale del palazzo: ma le crepe esterne, anche se precedenti al terremoto di stanotte, potrebbero aver fatto scattare i sigilli all'intera palazzina in maniera cautelare: la Protezione Civile ha spiegato a Fanpage.it, presente sul posto, che tutti i residenti sono stati portati a Largo Palazzine.

A cura di Giuseppe Cozzolino
09:45

A Napoli è iniziato il vertice in Prefettura alle 9.30

Il vertice in Prefettura. Foto Peppe Pace / Fanpage.it
Il vertice in Prefettura. Foto Peppe Pace / Fanpage.it

Alle 9.30 in punto è iniziato il vertice in Prefettura a Napoli dopo gli eventi sismici nella notte ai Campi Flegrei. Questa mattina, la città si è risvegliata con un misto di paura e apprensione, ma il traffico è pressoché regolare. Molte scuole sono rimaste chiuse, altri hanno preferito non andare negli istituti aperti di spontanea volontà. Si attendono nelle prossime ore eventuali decisioni sugli sfollati: sono 36 i nuclei familiari evacuati nella notte, per lo più nel cuore dei Campi Flegrei dove si è registrato l'epicentro delle varie scosse di terremoto

A cura di Giuseppe Cozzolino
09:12

Alle 9.30 nuovo vertice in Prefettura: salgono a 36 le famiglie sgomberate

Immagine

Salgono a 36 le famiglie sgomberate nella notte dopo le scosse nell'area flegrea: lo ha annunciato la Prefettura di Napoli. Alle 35 "iniziali", si è aggiunto un nuovo nucleo familiare, sgomberato dopo le verifiche delle forze dell'ordine. Intanto, sono in arrivo 400 brandine per i comuni di Bacoli e Pozzuoli: "La misura ha carattere essenzialmente cautelare, per fare in modo che le brandine siano subito a disposizione della popolazione locale in caso di necessità", fa sapere ancora la Prefettura, che ha convocato una riunione alle 9.30 di questa mattina. Già nella serata di ieri vi erano stati altri incontri: a Pozzuoli nella notte era arrivato anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, assieme al direttore dell'Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva e dal direttore generale della Protezione civile della Campania, Italo Giulivo.

A cura di Giuseppe Cozzolino
09:01

Terremoto Campi Flegrei, ripresa la circolazione di treni Fs, Cumana e Circumflegrea

Immagine

È ripartita questa mattina la circolazione dei treni delle FS, della Cumana e della Circumflegrea, gestite da Eav, sospesa ieri sera su alcune tratte, a causa dello sciame sismico nella zona dei Campi Flegrei. I tecnici hanno eseguito i sopralluoghi per le verifiche nel corso della notte. Alle 6,00 di questa mattina, come conferma Trenitalia, "la circolazione ferroviaria è tornata regolare dopo verifiche tecniche sulle linee interessate dall'evento".

Sulle linee ferroviarie FS, la circolazione era stata sospesa su alcune tratte, a partire dalle 20,15, cinque minuti dopo la scossa di magnitudo 4.4 delle 20,10:

  • Linea Napoli – Formia: sospesa la circolazione nella tratta Villa Literno – Napoli
  • Linea Napoli – Cassino: sospesa la circolazione nella tratta Casalnuovo – Napoli
  • Linea Metropolitana di Napoli: sospesa la circolazione nella tratta Villa Literno – Napoli S. Giovanni Barra

La cicolazione era stata rallentata sulle linee Roma – Napoli AV e Napoli – Salerno (Via Monte del Vesuvio).

Anche dai controlli eseguiti da Eav non sono emerse criticità e da questa mattina è ripresa regolarmente la circolazione ferroviaria su entrambe le linee Cumana e Circumflegrea. L'azienda ha comunicato che le linee flegree sono state ripristinate, dopo la sospensione del servizio ferroviario adottata nella serata di ieri. Il servizio ferroviario sulle linee Cumana e Circumflegrea era stato sospeso "per consentire le opportune verifiche alle infrastrutture", che hanno evidenziato alcuna criticità.

A cura di Pierluigi Frattasi
07:36

De Magistris: "Sconcertante che Manfredi non abbia chiuso tutte le scuole di Napoli"

Immagine

“La terra trema, siamo in presenza di uno sciame sismico forte e continuo, c’è molta preoccupazione in città tra la gente. Mi chiedo come sia possibile che il Sindaco di Napoli non sia fisicamente in Comune, non informi costantemente la cittadinanza, non tenga Palazzo San Giacomo aperto ed operativo e soprattutto non chiuda tutte le scuole della città ma solo di alcuni quartieri”. A parlare è l'ex sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che lancia un affondo all'attuale primo cittadino, intervenendo sulla gestione dello sciame sismico in corso ai Campi Flegrei, con il terremoto più forte di magnitudo 4.4. “L’unica notizia è che domani in orario comodo Manfredi terrà una conferenza stampa. Davvero sconcertante e preoccupante, sempre peggio,” conclude De Magistris.

A cura di Pierluigi Frattasi
07:11

Da ieri sera ci sono stati 150 terremoti ai Campi Flegrei

Immagine

Dalle 19:51 di ieri lo sciame sismico in corso nell'area dei Campi Flegrei ha fatto registrare, fino alle ore 00:31 di oggi, circa 150 terremoti, il più forte dei quali di magnitudo 4.4, all'interno della Solfatara. Attualmente, invece, nell’ultimo mese sono stati registrati circa 450 eventi.

Scrive nella sua nota l'Istituto:

La sismicità non è un fenomeno prevedibile, pertanto non può essere escluso che si possano verificare altri eventi sismici, anche di energia analoga con quanto già registrato durante lo sciame in corso.

Per dare un termine di paragone con l'ultima crisi bradisismica nota e studiata, quella degli anni Ottanta: durante il periodo del 1982-84 il sollevamento del suolo raggiunse i 9 cm al mese, e si superarono anche 1.300 eventi sismici al mese.

A cura di Ciro Pellegrino
00:54

A Pozzuoli le tende della protezione civile

Immagine

La protezione civile, supportata da personale militare, sta allestendo le prime tende nella zona del porto di Pozzuoli, come si vede nelle immagini realizzate da Fanpage.it. Le tende serviranno per dare ospitalità alle persone che hanno deciso di non dormire nelle loro case dopo le scosse di terremoto.

A cura di Marco Piscitelli
00:25

La protezione civile: "Nessun ferito, lesioni agli edifici e caduta di calcinacci"

Immagine

Nessun ferito, caduta di calcinacci e lesioni. La protezione civile ha comunicato sui propri canali social l'entità dei danni dopo le scosse di terremoto di lunedì sera. Questo il contenuto del messaggio delle 23.30: "Unità di crisi #terremoto #CampiFlegrei: al momento NON si segnalano feriti. Rilevate alcune lesioni a edifici e caduta calcinacci. IN CORSO allestimento aree accoglienza. Volontariato operativo. DPC in contatto con strutture operative e autorità sul territorio #20maggio"

A cura di Marco Piscitelli
00:17

Vie di fuga intasate per il concerto dei Pinguini Tattici al Palapartenope

Immagine

Il concerto dei Pinguini Tattici Nucleari al Palapartenope si è tenuto regolarmente nonostante la notizia delle scosse fosse già diffusa e la cosa sta ingenerando vivaci discussioni in Rete: le vie di fuga erano intasate.

A cura di Ciro Pellegrino
00:09

De Luca a Pozzuoli: "Non abbiamo emergenze, qui per sdrammatizzare"

Immagine

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è arrivato nella sede del Comune di Pozzuoli. Ha visto le persone assiepate in piazza, ha parlato con qualcuno della Protezione civile. Poche le parole: «Non abbiamo emergenze, non abbiamo motivi di particolare preoccupazione, si farà verifica su edifici scolastici e case per anziani. Siamo qui per sdrammatizzare».

A cura di Ciro Pellegrino
00:03

Dove sono le aree di accoglienza a Pozzuoli

Vincenzo de Luca a Pozzuoli
Vincenzo de Luca a Pozzuoli

"Al momento abbiamo 4 aree per l'accoglienza dei cittadini, con generi di primo conforto e psicologi per l'assistenza alla popolazione al Palatrincone, al Parcheggio C9 in Via Vecchia delle Vigne, in Piazza a Mare e al Largo palazzine": lo annuncia con un post Facebook il sindaco di Pozzuoli, Gigi Manzoni. Il primo cittadino continua: "Allestiremo a breve altre aree in altre zone della città. Sappiatelo nessuno sarà lasciato solo. Scrivetemi e contattatemi per qualsiasi cosa." Intanto a Pozzuoli è arrivato poco prima della mezzanotte il presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca.

A cura di Marco Piscitelli
260 CONDIVISIONI
256 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views