Nascondeva la droga all'interno della mascherina, sperando di passare inosservato: ma è stato scoperto ed arrestato dagli agenti del commissariato di Secondigliano, che lo hanno anche arrestato. L'uomo, un 46enne napoletano già noto alle forze di polizia e con diversi precedenti, deve ora rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La vicenda è accaduta nella scorsa serata, durante un servizio di controllo del territorio da parte degli agenti del commissariato di Secondigliano, che hanno incrociato su via Giaime Pintor un uomo nei pressi di uno stabile del posto. L'uomo, in particolare, è stato notato mentre apriva un quadro elettrico e prendere qualcosa dal suo interno: contestualmente, ha inserito l'oggetto ripreso dal quadro elettrico e lo ha nascosto all'interno della mascherina che aveva al volto. A quel punto, gli agenti lo hanno seguito: l'uomo è arrivato fin sul prolungato di Traversa Maglione, poco distante dallo stabile di via Pintor, e qui è stato fermato dagli agenti. Dalla perquisizione, l'uomo è stato trovato in possesso di quattro involucri da un grammo l'uno di cocaina, nascosti nella mascherina. A quel punto, è scattata la perquisizione anche del quadro elettrico del medesimo stabile di via Pintor, all'interno del quale sono stati ritrovati altri nove involucri con due grammi di cocaina. Per l'uomo, che dai controlli è risultato anche già con altri precedenti di polizia, è scattato così l'arresto: si trova ora in carcere con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, e sarà processato per direttissima nelle prossime ore.