Giuseppe Romagnuolo
in foto: Giuseppe Romagnuolo

L'impatto lo ha sbalzato a diversi metri e poi violentemente contro l'asfalto. I medici hanno tentato di rianimarlo, ma alla fine hanno dovuto arrendersi: le gravi ferite lo avevano ucciso sul colpo. È morto così Giuseppe Romagnuolo, 21enne napoletano, rimasto coinvolto in un tragico incidente stradale tra due scooter che si è verificato ieri sera in via Terracina, a Fuorigrotta, nella zona ovest di Napoli.

La ricostruzione dello schianto è ancora al vaglio. Gli agenti della sezione Infortunistica Stradale della Polizia Municipale, guidati dal capitano Antonio Muriano, hanno effettuato i rilievi per determinare la dinamica e hanno verificato l'eventuale esistenza di telecamere nella zona che avrebbero potuto riprendere l'impatto. Lo schianto è avvenuto intorno alle 22.30 di ieri, 27 luglio, all'altezza del civico 525, nella zona della Loggetta. Tratto di strada poco illuminato, senza traverse laterali e con l'asfalto spesso in pessime condizioni tra disconnessioni, tombini sprofondati e buche.

Stando a quanto accertato Giuseppe era in sella al suo scooter, un Honda Sh, quando si è scontrato frontalmente con un altro motorino che proveniva dalla direzione opposta. Entrambi, a quanto risulta, viaggiavano a velocità sostenuta; uno dei due avrebbe invaso la corsia dell'altro, causando lo scontro.

Sul posto sono intervenute due ambulanze del 118. L'altro giovane coinvolto è stato caricato sul mezzo e portato di corsa all'Ospedale del Mare; ha riportato diverse contusioni, ma le sue condizioni non sono gravi. Invece, per Giuseppe Romagnuolo, non c'era già più nulla da fare: all'arrivo dei soccorsi era già morto.