In Campania superato il tetto dei 6mila morti per Covid19 dall'inizio della pandemia. Con i 52 decessi di ieri (dei quali 32 nelle ultime 48 ore e 20 nei giorni precedenti ma registrati solo ieri), la quota dei decessi per Coronavirus in Campania è arrivata a 6.039.

In meno di un mese il Coronavirus in Campania ha stroncato la vita di mille persone. Solo il 23 marzo scorso, infatti, la regione meridionale aveva toccato la soglia dei 5mila decessi per Covid. Un'escalation continua purtroppo, che ha visto un costante aumento nel corso della seconda ondata, iniziata lo scorso ottobre, caratterizzata da molti più decessi in Campania rispetto alla prima di febbraio-giugno 2020.

La Campania è sesta in Italia per numero di decessi legati al Covid19. Al primo posto figura, infatti, la Lombardia, con 32.386 morti (dati del Ministero della Salute – Istituto Superiore di Sanità, aggiornati al 20 aprile), seguita dall'Emilia Romagna a 12.667, dal Veneto a 11.139, dal Piemonte a 10.991 e dal Lazio a 7.362.

I morti suddivisi per ondate Covid

Secondo il dossier dell'Istituto Superiore di Sanità, aggiornato al 30 marzo, che suddivide i decessi secondo le tre fasi che hanno caratterizzato la pandemia dall’inizio al 30 marzo 2021 – la prima ondata (marzo-maggio 2020), la fase di bassa incidenza (giugno-settembre 2020), e la seconda ondata (ottobre 2020-marzo 2021), quest’ultima ancora in corso, con il primo decesso per Covid in Italia risale al 21 febbraio 2020 – nella prima ondata, da marzo a maggio 2020, in Campania si sono avuti 479 morti Covid (1,4%) su un totale italiano di 34.330.

La regione meridionale si è posta così al decimo posto a livello nazionale. Nella fase giugno-settembre 2020 i morti sono stati 62 (3,0%), al nono posto a livello nazionale dove i morti sono stati 2.093. Nella seconda ondata di ottobre 2020-marzo 2021 i decessi in Campania sono stati 4.631 (6,6%), al sesto posto in Italia, quindi pari a quasi 10 volte quelli avvenuti nella prima fase.