Il record di Napoli: ha ben 52 santi protettori

Napoli detiene un record imbattibile, la città ha ben 52 santi protettori. Solo Venezia si avvicina all’impresa a dir poco impossibile con “soli” si fa per dire 25 santi. San Gennaro dunque non è l’unico. Anche se il più noto protettore della città è San Gennaro, la prima protettrice in realtà è Santa Maria Assunta, patrona della città e titolare del Duomo.
A cura di Redazione Napoli

Con il numero record di 52 Napoli è la città che ha più santi protettori. Solo Venezia rappresenta un caso simile, ma ne ha appena, si fa per dire, 25. Anche se il più noto protettore della città è San Gennaro, la prima protettrice in realtà è Santa Maria Assunta, patrona della città e titolare del Duomo. Nonostante la notorietà del santo e il famoso miracolo della liquefazione del sangue, San Gennaro sarebbe dunque solo un compatrono, certamente caro ai napoletani che sempre lo invocano in caso di pericolo.

Tra le circostanze più conosciute si ricorda quella del 16 dicembre del 1631 quando in occasione dell'eruzione del Vesuvio e la lava ormai alle porte di Napoli, i napoletani invocarono la protezione del santo portando in processione le sue insegne fino al ponte dei Granili. Fu allora che il sangue del santo si sciolse e il magma miracolosamente si fermò evitando di invadere le strade della città.

I napoletani comunque non dimenticano gli altri santi protettori, avendone assai bisogni, e per onorarli in occasione delle due Traslazioni delle reliquie di San Gennaro il sabato procedente alla prima domenica di Napoli, l'arcivescovo della città porta in processione il busto d'oro e le ampolle di sangue insieme ai busti d'argento degli altri 51 compatroni fino alla Chiesa di Santa Chiara. Di seguito l'elenco completo dei santi che proteggono Napoli:

San Tommaso d'Aquino
Sant'Andrea Avellino
Santa Patrizia Vergine
San Francesco di Paola
San Domenico di Guzman
San Giacomo della Marca
Sant'Antonio di Padova
San Francesco Saverio
Santa Teresa d'Avila
San Filippo Neri
San Gaetano di Thiene
Sant'Agnello abate
San Severo Vescovo di Napoli
Sant'Agrippino Vescovo di Napoli
Sant'Aspreno primo Vescovo di Napoli
Sant'Eufebio Vescovo di Napoli
Sant'Atanasio Vescovo di Napoli
San Nicola di Bari
San Gregorio Armeno Vescovo e Martire
Santa Chiara d'Assisi
San Biagio Vescovo e Martire
San Pietro da Verona
San Giuseppe sposo di Maria Vergine
San Michele Arcangelo
San Francesco d'Assisi
Santa Maria Maddalena de' Pazzi
San Giovanni Battista
San Francesco Borgia
Santa Candida Iuniore
Santa Maria Egiziaca
Sant'Antonio abate
Sant'Ignazio di Loyola
Santa Maria Maddalena
Santa Irene Vergine e Martire
Sant'Emidio Vescovo e Martire
San Raffaele Arcangelo
Sant'Anna madre di Maria Vergine
San Luigi Gonzaga
Sant'Agostino Vescovo e Dottore della Chiesa
San Vincenzo Ferrer
Sant'Alfonso Maria de' Liguori
San Francesco De Geronimo
San Francesco Caracciolo
San Giovan Giuseppe della Croce
San Pasquale Baylon
San Francesco di Geronimo
San Rocco
San Gioacchino padre di Maria Vergine
Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe
Santa Lucia vergine e martire
Santa Geltrude
Santa Rita da Cascia.

Contagiata dal Covid durante la gravidanza, Antonietta Delli Santi muore dopo la figlia neonata
Contagiata dal Covid durante la gravidanza, Antonietta Delli Santi muore dopo la figlia neonata
Ristoranti, bar, alberghi: quali sono i Locali Storici di Napoli
Ristoranti, bar, alberghi: quali sono i Locali Storici di Napoli
Napoli ha un nuovo ristorante stellato: è Aria di chef Paolo Barrale, al centro storico
Napoli ha un nuovo ristorante stellato: è Aria di chef Paolo Barrale, al centro storico
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni