3.256 CONDIVISIONI
8 Settembre 2022
9:57

Il marito la picchia così forte e lei sviene, si risveglia nella vasca da bagno

È accaduto a Portici, nella provincia di Napoli: il 43enne, dopo aver picchiato i figli e la moglie, è stato denunciato dai carabinieri e allontanato dall’abitazione.
A cura di Valerio Papadia
3.256 CONDIVISIONI

Ha picchiato la moglie così forte che la donna è svenuta: un uomo di 43 anni di origini ucraine è stato denunciato dai carabinieri e allontanato dall'abitazione per le continue violenze perpetrate ai danni della consorte e dei loro figli. È accaduto a Portici, nella provincia di Napoli, dove i carabinieri della locale stazione sono intervenuti dopo la segnalazione di una lite in famiglia: l'uomo, dopo l'ennesima discussione nata per futili motivi, aveva picchiato prima i figli e poi si era concentrato sulla moglie. I colpi inferti alla donna, in particolare uno alla testa, sono stati così violenti che è svenuta: nel tentativo di rianimarla, il 43enne l'ha adagiata nella vasca da bagno e le ha gettato dell'acqua in viso, ed è lì la donna ha ripreso i sensi.

I carabinieri allertati da uno dei figli

Proprio nel corso della lite, sul posto sono intervenuti i carabinieri: i militari dell'Arma sono stati allertati da uno dei figli della coppia, stanco della continue vessazioni e violenze a cui li sottoponeva il padre. Il 43enne è stato così denunciato per maltrattamenti alla competente Autorità Giudiziaria e immediatamente allontanato dalla casa familiare: nei suoi confronti è scattato anche il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese. Per la donna e i bambini, invece, sono scattate le cure dei sanitari del 118, che sono intervenuti sul posto: non sono state riscontrate ferite particolarmente gravi e non è stato necessario ricorrere al ricovero in ospedale.

3.256 CONDIVISIONI
"Ci siamo dovuti buttare giù": così Enrica e il marito sono sfuggiti alla morte ad Ischia
Napoli ricorda i morti del terremoto del 1980 con una corona di fiori su via Stadera
Napoli ricorda i morti del terremoto del 1980 con una corona di fiori su via Stadera
Cellulari e hashish nel carcere di Salerno sequestrati dalla Polizia Penitenziaria
Cellulari e hashish nel carcere di Salerno sequestrati dalla Polizia Penitenziaria
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni